Intesa Sanpaolo, 5 mln ad Artemide per la crescita sostenibile

Share

La crescita sostenibile al centro del progetto di sviluppo del Gruppo Artemide, supportatoda Intesa Sanpaolo (nella foto, l’a. d. Carlo Messina) con 5 milioni di euro e che prevede obiettivi di miglioramento ESG (Environmental, Social, Governance). L’intervento rientra nel più ampio piano per dare supporto agli investimenti legati al PNRR.

Il finanziamento S-Loan di Intesa Sanpaolo prevede due obiettivi di miglioramento in ambito ESG.

Il primo è riferito all’estensione delle politiche di green procurement relative ai fabbisogni energetici di Artemide S.p.a. che si traduce nella scelta di utilizzare esclusivamente energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili. Il secondo è relativo allo sviluppo di programmi volti all’incremento del welfare per il benessere dei dipendenti.

Artemide, fondata nel 1960, è uno dei brand di illuminazione tra i più conosciuti al mondo, nota per la sua filosofia “The Human and Responsible Light”, è oggi sinonimo di design, competenza nel progetto della luce e innovazione con prodotti che sono espressione di ricerca e grande qualità di manufacturing. I valori e la visione innovativa di Artemide sono alla base di un percorso verso una sostenibilità a 360°, non solo ambientale ma anche sociale.

Questi valori hanno trovato piena condivisione nella soluzione proposta da Intesa Sanpaolo attraverso il finanziamento S-Loan, che prevede il monitoraggio degli obiettivi rilevati nell’ambito della nota integrativa del bilancio della società. Il primo gruppo bancario italiano ritiene fondamentale promuovere lo sviluppo di una economia sostenibile, favorendolo in particolare nelle PMl e riconoscendo la rilevanza degli investimenti nei tre criteri guida, denominati ESG. Grazie al finanziamento a medio-lungo termine S-Loan di Intesa Sanpaolo, le imprese possono contare su supporto finanziario per interventi verso una maggiore sostenibilità sotto il profilo ambientale, sociale e governance di impresa e su uno sconto sul costo del finanziamento al fine di premiare i risultati conseguiti. 

Il Gruppo Intesa Sanpaolo, tra le banche più sostenibili d’Europa, è presente nei principali indici di sostenibilità al mondo oltre ad essere tra i pochi gruppi finanziari europei ad avere aderito a tutte le principali iniziative delle Nazioni Unite riguardanti il settore finanziario in questo ambito. L’attenzione all’ambiente e all’inclusione sociale rappresentano aspetti di grande rilievo per una crescita sostenibile del Paese. Di recente, oltre ad aver adottato regole per la riduzione dei finanziamenti nei settori carbone e oil e gas non convenzionale, ha avviato la nuova linea di S-Loan Climate Change, finanziamenti unici nel panorama bancario italiano e con garanzia SACE all’80%, grazie alla quale la Banca fornirà alle imprese un nuovo strumento per progetti di investimento green fino ad un importo di 15 milioni di euro e per una durata massima di 20 anni.

Inquadrato nel programma strategico Motore Italia volto a supportare le PMI virtuose a conseguire obiettivi ESG, S-Loan Climate Change amplia la famiglia degli S-Loan (già operativi con S-Loan Diversity, D-Loan, Suite Loan e S-Loan Turismo), la linea specifica di finanziamenti creata nel 2020  per supportare, con un plafond di 2 miliardi di euro, le iniziative delle imprese verso la transizione sostenibile con un meccanismo di premialità al raggiungimento di specifici obiettivi di sostenibilità ad ampio spettro.

“Il finanziamento nasce nell’ambito della partnership con Intesa Sanpaolo con l’obiettivo di sostenere gli investimenti di Artemide per rafforzare il proprio percorso di sostenibilità. Nello specifico Artemide è impegnata in un piano per la progressiva riduzione delle emissioni, grazie ad interventi di miglioramento presso l’Headquarters di Pregnana Milanese, attraverso l’uso efficiente di energia e l’utilizzo di fonti rinnovabili. Tali iniziative si combinano con una strategia che punta a incrementare ulteriormente le capacità di innovazione e sviluppo di prodotti efficienti in grado di portare sostenibilità negli spazi che illuminano” dichiara Carlo Maconi, Cfo Artemide.

Gianluigi Venturini, direttore regionale Milano e provincia Intesa Sanpaolo: “Siamo accanto ai piani di sviluppo di imprese virtuose come Artemide, consapevoli del proprio impatto sociale, ambientale e di governance e che, per questo, rappresentano l’avanguardia del settore e uno stimolo per conseguire gli obiettivi del PNRR. Questo finanziamento testimonia il nostro continuo sostegno a comparti, quali il design e l’arredo, che consideriamo strategici per il rilancio dell’economia del nostro territorio a cui abbiamo già erogato 300 milioni di euro tra S-Loan e Circular Economy. E’ nel nostro DNA, inoltre, l’attenzione all’intero “sistema casa”, come dimostra il nostro affiancamento pluriennale al Salone del Mobile.Milano di cui siamo partner istituzionali”.