Biden: caro-benzina non è legato al cambiamento climatico

Share

Secondo il presidente Usa, Joe Biden, il caro-benzina non è un elemento che può essere imputato al cambiamento climatico. I prezzi alla pompa non stanno diminuendo anche se quelli all’ingrosso stanno scendendo.

“E’ inaccettabile che le aziende incassino i guadagni” di questa differenza, dice Biden, spiegando come l’azione coordinata per il rilascio delle riserve petrolifere strategiche farà la differenza.

L’aumento dei prezzi della benzina sono un problema, non solo negli Stati Uniti ma anche nel resto del mondo, continua Biden ricordando come anche in passato gli States hanno sperimentato rialzi dei prezzi alla pompa. “Questo non significa che dobbiamo stare a guardare: per questo ho ordinato il rilascio delle riserve petrolifere strategiche, il maggiore di sempre. Aiuterà”.

Il petrolio però continua l’ascesa: chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 2,30% a 78,50 dollari al barile. Il balzo, inoltre, arriva nel giorno in cui Biden ha annunciato il rilascio delle riserve petrolifere strategiche.