Fusione tra Splio e D-Aim

Share

Nasce dall’unione delle due società un’offerta Saas che sarà in grado di soddisfare tutte le esigenze del marketing relazionale


È stata annunciata da Splio, la piattaforma tecnologica per il marketing multicanale con sede anche in Italia, la propria fusione con la società di software D-Aim. Entrambe le società sono di origine francese e la loro unione dà vita a un nuovo gruppo del martech a cui farà capo una piattaforma SaaS in grado coprire ogni esigenza nel campo del marketing relazionale. Con questa operazione Splio, già protagonista di due acquisizioni nell’arco di 3 anni, realizza quindi un’ulteriore evoluzione strategica. Il nome della nuova società verrà svelato nelle prossime settimane e vedrà nel ruolo di Ceo Mireille Messine, che ricopriva la stessa carica in Splio, mentre Stéphane Amarsy, Ceo di D-Aim, assumerà la presidenza del Consiglio di Amministrazione.

Contestualmente alla fusione, il neonato gruppo – che ha più di 250 dipendenti e 9 uffici in Europa, Nord America e Cina – ha annunciato anche un round di finanziamento da 10 milioni di euro, finalizzato a rinforzare i team tecnici, il R&D, il Sales & Marketing e quindi di accelerare la conquista di nuovi mercati internazionali. Alla raccolta fondi hanno partecipato importanti fondi come Ring Capital, Sofiouest, Alliance Entreprendre, Omnes Capital e Swen Capital. L’ambizione, riporta il comunicato, è moltiplicare il fatturato per sette entro il 2025 grazie “a un marketing creatore di valore, rispettoso e responsabile”. Al cuore della strategia c’è l’“individuation marketing”, concetto che esprime la possibilità di raggiungere ogni cliente individualmente, con la comunicazione più rilevante, grazie all’intelligenza artificiale.