Confindustria Toscana, Maurizio Bigazzi nominato presidente

Share

 Maurizio Bigazzi, nella foto, è stato eletto presidente ieri mattina a Firenze, dal Consiglio di presidenza di Confindustria Toscana, all’unanimità. Resterà in carica per il quadriennio 2021-2025. Bigazzi – che è anche presidente di Confindustria Firenze – ha presentato insieme a tutto il Consiglio di presidenza, il programma di lavoro, “perché vogliamo comunicare l’unità di vedute e di intenti che sta alla base di questa elezione. Un’unità sostanziale e non formale”. “Da oggi la voce di Confindustria Toscana non è quella di una sola persona, ma di una squadra, di un sistema coeso” ha spiegato il presidente di Confindustria Toscana. “Il momento è eccezionale. E noi abbiamo voluto rispondere nell’unico modo possibile: condividendo scelte, indirizzi e responsabilità. Oggi si deve lavorare con assoluta coerenza strategica e con azioni coordinate; lasciando indietro paletti, confini e gonfaloni, sia dentro Confindustria, sia fuori da Confindustria; fra noi, le istituzioni e le altre forze sociali”. Il presidente di Confindustria Toscana Maurizio Bigazzi, insieme al presidente di Confindustria Toscana Nord Daniele Matteini; al presidente di Confindustria Toscana Sud Fabrizio Bernini, il presidente di Livorno Massa Carrara Piero Neri; alla presidente dell’Unione Industriale Pisana Alma Patrizia Pacini; al presidente di Ance Toscana Stefano Frangerini; al presidente della Piccola Industria Toscana Stefano Gabbrielli e al presidente dei Giovani Imprenditori della Toscana Stefano Luccisano, ha illustrato il programma di presidenza. Sette le proposte individuate “da mettere in cantiere subito”. “Sono proposte concrete e di rapida attuazione – ha sottolineato Bigazzi – che costituiscono l’ossatura di un nuovo Patto per lo sviluppo e la crescita della Toscana, che proponiamo alla Regione e a tutti i protagonisti dello sviluppo del territorio. E di cui sottolineiamo l’urgenza”.