Covid e farmacisti: proposta per tamponi al di fuori dell’orario di servizio

Share

Si punta a eseguire i test anche in quei casi in cui i soggetti sia sprovvisti di prenotazione

Francesco Paolo Figliuolo, Commissario straordinario per l’emergenza pandemia, dopo un colloquio con il Ministero della Salute, ha fatto richiesta alle Regioni di aiutare le farmacie al fine di “continuare a effettuare i tamponi antigenici rapidi oltre gli orari di servizio e nelle giornate di chiusura” e di effettuarli anche a chi fosse sprovvisto della prenotazione.

 A rendere noto tutto ciò è stata la FOFI (Federazione degli ordini dei farmacisti italiani). La Federazione, oltre a ringraziare il Commissario per l’ampliamento dell’orario al fine di rispondere all’obbligo della certificazione verde sui luoghi di lavoro, afferma che i farmacisti “sapranno sfruttare questa opportunità per rendere un servizio ancora più efficace ed efficiente”.