Consorzi Agrari d’Italia (CAI), Nexi e Banco BPM siglano accordo per l’emissione di carte di credito pensate per gli associati CAI

Share

Consorzi Agrari d’Italia (CAI), l’infrastruttura di valenza sociale ed economica a servizio dell’agricoltura italiana, Nexi, la PayTech italiana, e Banco BPM (nella foto, l’a. d. Giuseppe Castagna) hanno sottoscritto un accordo per l’emissione di una carta di credito Nexi Corporate dedicata alle aziende Associate CAI. L’accordo è stato firmato presso la sede romana di Banco BPM dall’Amministratore Delegato di CAI Gianluca Lelli, Alessandro Orlandi Executive Partnership Manager e Alberto Panariello Responsabile Cards Sales & Partnership di Nexi e da Massimo Pasquali, responsabile Coordinamento Aziende di Banco BPM. Le carte di credito di nuova emissione, che saranno personalizzate con il logo CAI, potranno essere utilizzate da parte delle aziende associate per l’acquisto di prodotti, mezzi tecnici e servizi presso i punti vendita afferenti a CAI. Grazie a questa iniziativa, i quasi 50 mila Associati CAI avranno a disposizione una carta efficace, sicura, flessibile, che offre funzionalità digitali specifiche, emessa da Nexi – il riferimento per i pagamenti digitali in Italia e uno dei player più importanti in Europa – promossa e collocata da Banco BPM attraverso i propri canali distributivi e attiva sulla rete costituita dai circa duecento Pos installati da Banco BPM presso i punti CAI distribuiti in tutta Italia. “Con questo accordo CAI mira ad adottare le nuove tecnologie ed i nuovi sistemi di pagamento elettronico offerti dal partner Nexi in modo da venire incontro alle esigenze e alle richieste dei propri associati, in questo modo si riesce anche a facilitare l’attività presso la propria rete di agenzie – commenta Gianluca Lelli, Amministratore Delegato di CAI -. La carta che mettiamo a disposizione sarà a condizioni agevolate per premiare la fiducia che gli associati hanno riservato a CAI nel primo anno di attività”. “Con questo accordo Nexi conferma di essere la PayTech delle Banche, grazie alla rinnovata collaborazione strategica con Banco BPM, e dimostra di essere capace di affiancare interi settori produttivi nel loro piano di innovazione – afferma Alessandro Orlandi, Executive Partnership Manager di Nexi – Con questo prodotto diamo un aiuto concreto al CAI, un vero punto di riferimento per l’agricoltura italiana, in linea con il netto intervento del Pnrr che intende investire in modo importante in questo settore, fondamentale per l’economia del nostro Paese”. “Banco BPM è da sempre vicina e attenta al settore agroalimentare e sempre più interessata a sviluppare prodotti e servizi innovativi. Grazie a questo accordo siamo in grado di proporre alle aziende Associate Cai uno strumento utile ed efficace – commenta Massimo Pasquali, responsabile Coordinamento Aziende di Banco BPM – con cui semplificare e velocizzare il processo di acquisto dei prodotti e servizi presso i punti Cai, offrendo allo stesso tempo alle imprese la sicurezza, la velocità e la versatilità della rete Nexi, cui Banco BPM si affida per le transazioni elettroniche della propria clientela”.