Fmi, l’Italia sorpassa la Germania: +4,9% il Pil nel 2021

The sign of the International Monetary Fund is seen at the entrance of the Headquarters of the IMF in Washington DC, USA, on 18 May 2011. ANSA/JIM LO SCALZO
Share

Dopo la contrazione dell’8,9% nel 2020, il pil italiano è cresciuto del 4,9%, ovvero 0,7 punti percentuali in più rispetto al +4,2% previsto in aprile. Il Fmi prevede un rialzo dell’Italia per il 2021 e il 2022.

Si stima che nel 2022 l’economia italiana crescerà del 4,2%, ovvero 0,6 punti percentuali in più rispetto alle previsioni di aprile. L’Italia supera così la Germania, dove il pil atteso è in crescita del 3,6% quest’anno e del 4,1% il prossimo.
Il debito pubblico italiano è atteso nel 2021 al 157,8% del pil, mentre il deficit è stimato all’11,1%, quindi si legge un aumento di 2,3 punti percentuali rispetto all’8,8% previsto in aprile.

La ripresa economica globale è in ribasso, si ripone fiducia nell’accesso ai vaccini per migliorare l’outlook. “L’emergere di nuove varianti molto contagiose potrebbe deragliare la ripresa e spazzare via 4.500 miliardi di dollari dal pil entro il 2025”.