Saipem rafforza flotta di perforazione con il noleggio di una nave di ultima generazione

Share

 Saipem (nella foto, l’a. d. Francesco Caio) ha firmato con i cantieri Samsung Heavy Industries un contratto per il noleggio di una nuova nave da perforazione, la Samsung Santorini, che sarà consegnata a novembre 2021. Il noleggio, della durata di circa due anni, consente a Saipem di rafforzare la competitività della sua flotta senza l’investimento in nuovi asset, ma facendo leva sulla sua consolidata competenza nella selezione e gestione di mezzi navali tecnologicamente avanzati. Il contratto con Samsung prevede comunque l’opzione di acquisto della nave, che può essere esercitata a discrezione di Saipem in funzione dell’andamento della domanda.

La Samsung Santorini è una nave di settima generazione dotata di due dispositivi anti-eruzione (Blow Out Preventer – BOP) da sette cavità, lo standard più elevato per le navi da perforazione ultra-deep water. Il mezzo navale dalle elevate prestazioni è in grado di eseguire attività di perforazione a profondità fino a 12.000 piedi (oltre 3.500 metri). La nave dispone delle ultime soluzioni nel campo della digitalizzazione ed automazione che garantiscono elevati standard di sicurezza e di rispetto dell’ambiente che la posizionano al top dell’offerta tecnologica per progetti ultra-deep water.

Marco Toninelli, COO Drilling Offshore ha commentato: “La Samsung Santorini entra nella flotta Saipem con un innovativo contratto di noleggio e ne amplia l’offerta con uno dei migliori mezzi di ultima generazione in grado di effettuare operazioni con i migliori standard di sicurezza e tutela dell’ambiente marino circostante.  La Santorini aumenta la nostra capacità produttiva e ci consente di soddisfare la domanda di nuovi contratti in una fase in cui la attuale flotta di perforazione offshore di Saipem ha una copertura contrattuale pressoché totale per i prossimi mesi”.