Di Maio: impegno sullo sviluppo della “Smart city”

Share

 “L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, con i suoi 17 obiettivi, ha delineato il percorso verso una trasformazione socioeconomica del pianeta fondata sui principi della solidarietà e della cooperazione globale.
E’ chiaro che le città e i territori, che hanno svolto un ruolo fondamentale nell’affrontare l’emergenza sanitaria, sono ora essenziali anche per una ripresa post-pandemica sostenibile e inclusiva”. E’ il messaggio del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, nella foto, fatto pervenire in occasione del lancio del Centro di Eccellenza sulla Finanza Sostenibile per le infrastrutture e le Smart Cities, che la Commissione Economica per l’Europa delle Nazioni Unite (UNece) ha deciso di istituire in Italia, presso la Liuc-Università Cattaneo. “Con i Governi centrali, nell’ambito dell’Agenda 2030 anche le Amministrazioni locali – ha aggiunto Di Maio – sono chiamate a trovare soluzioni innovative per rendere il tessuto urbano più inclusivo, sicuro, sostenibile e più incentrato sui cittadini. Trasformare gli insediamenti urbani in “smart city” significa infatti integrare tecnologia, comunicazione, energia, infrastrutture, mobilità, sicurezza e tutela dell’ambiente. L’impegno dell’Italia in questa direzione è massimo”, ha sottolineato il ministro secondo il quale “l’identificazione di strumenti innovativi per finanziare lo sviluppo sostenibile, la connettività e lo sviluppo territoriale è al centro dei lavori del filone Sviluppo della Presidenza italiana del G20, e in particolare della riunione dei Ministri G20 dello Sviluppo, in programma a Matera il 29 giugno”. “Puntiamo – ha proseguito – a rafforzare il ruolo delle “città intermedie” quali soggetti strategici per la ripresa sostenibile. Abbiamo identificato, tra le priorità, la necessità di investire nello sviluppo dei territori, lavorando con le “città intermedie” dei Paesi a basso e medio reddito e aiutando le autorità locali a realizzare tutto il loro potenziale di sviluppo. Siamo quindi orgogliosi di accogliere e ospitare a Milano, che rappresenta un modello di “smart city” e di sviluppo sostenibile, il Centro di Eccellenza sulla Finanzia Sostenibile per le infrastrutture e le Smart Cities”, ha concluso Di Maio.