Con la zona bianca aumentano i ricavi locali del 20%

Share

 Salgono a circa 250 mila i bar, le pizzerie, i ristoranti e agriturismi situati nelle Regioni in zona bianca dove salta il coprifuoco con un significativo incremento dell’ospitalità e degli incassi, dopo un anno particolarmente difficile per la pandemia. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti in riferimento al nuovo cambio di colore con 40,9 milioni di italiani in zona bianca, pari al 69% del totale. L’anticipo di una settimana della fine del coprifuoco con l’arrivo della bella stagione e la ripresa del turismo, è un cambiamento importante che – sottolinea la Coldiretti – consente l’aumento del tempo per le consumazioni al tavolo e in alcuni casi anche per la possibilità di più turni. Il risultato – precisa la Coldiretti – è un incremento del fatturato nel sistema della ristorazione stimato pari al 20% i cui effetti – continua la Coldiretti – si fanno sentire a cascata l’intero sistema agroalimentare con ben oltre un milione di chili di vino e cibi invenduti dall’inizio della pandemia a causa delle limitazioni. Ora l’appuntamento atteso è con il 21 giugno che sancisce l’abbandono del coprifuoco in tutta la Penisola particolarmente importante per i 24 mila agriturismi che – conclude la Coldiretti – sono situati nelle aree rurali lontani dalle città e quindi raggiungibili in tempi più lunghi dagli ospiti provenienti dai centri urbani.