Arisk, aumento di capitale da 350 mila euro

s
Share

 Arisk, startup fondata nel 2017 da Giuseppe Vegas, nella foto, ex presidente di Consob, ha concluso un aumento di capitale da 350 mila euro che ha visto l’ingresso di investitori privati, tutti provenienti dal settore della finanza. Arisk, frutto di uno spin-off universitario del Politecnico di Torino, sviluppa algoritmi predittivi di rischio, grazie all’intelligenza artificiale applicata all’ingegneria. Tra gli investitori figurano RNK (la holding di investimento di Roberto Nicastro, ex top banker e co-founder di Aidexa), Fausto Galmarini (Presidente di Assifact, Consigliere in Abi e Creval e responsabile rapporti istituzionali di Banca Sistema), Andrea Viganò (già Executive Chairman di BlackRock Italy) Guido Perboli (Professore Associato Dauin Politecnico di Torino), Roberto Marsella (private investor), Roberto Lancellotti (Consigliere Inps, Cattolica Assicurazioni, già McKinsey), Angelo Cortese (private investor), Sergio Gorelli (Avvocato), Claudio Gorelli (Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Opera Nazionale di Assistenza del Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, Presidente OdV Castalia per la tutela ambientale in mare, Presidente del Collegio dei revisori dei conti Fondazione Cotec, Commercialista), Valerio Menaldi (Avvocato, Amministratore Unico di Amga Legnano), Fabrizio Milani (CIO di Arisk). Il round appena concluso si affianca al grant da 350 mila euro che Arisk si era assicurata lo scorso maggio, aggiudicandosi il bando Finpiemonte per il “Supporto ai programmi di consolidamento e crescita delle startup”. Il bando prevedeva che i soci o finanziatori terzi immettessero nelle casse della società nuova finanza per altri 350 mila euro, portando così il totale del round a 700 mila euro. Oltre a Vegas, i fondatori della società sono Valeria Lazzaroli, Beppe di Sisto, Vittorio Pizzorno e a professionisti esperti in ingegneria civile, finanziaria e revisione legale.