Bimby, chiuso un 2020 da record

Share

Effetto Covid sui conti di Bimby, il robot da cucina diventato una vera e propria icona. La divisione Bimby di Vorwerk Italia ha infatti chiuso un 2020 “da record” e ha superato le previsioni mettendo a segno una crescita del fatturato del 9,7% rispetto all’anno precedente, un incremento che sale al +40% se riportato al solo periodo maggio-dicembre 2020. Si tratta, commentano dalla società, di “un successo reso possibile grazie alla rapida reazione che la l’azienda ha saputo mettere in atto in risposta ai cambiamenti dettati dalla diffusione della pandemia Covid-19, attivando nuovi processi di dimostrazione virtuale a domicilio del cliente e di ordine online del proprio prodotto iconico”. Pensiero che trova pratica dimostrazione nei numeri delle attività realizzate con i clienti: 467.000 tra dimostrazioni, servizi post-vendita, corsi di cucina, laboratori e corsi virtuali, che hanno contribuito così a diffondere la conoscenza di Bimby. Di pari passo, anche la ricerca di nuovi ‘Incaricati’ non si è mai fermata e ha portato la divisione Bimby di Vorwerk Italia a raggiungere a dicembre il numero complessivo di 9.400 incaricati alla vendita in tutta Italia, in crescita del 21% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Si è verificato anche il boom della formazione a distanza: Bimby ha organizzato 1.500 sessioni formative per la rete di vendita diretta – soprattutto aule virtuali – che hanno registrato oltre 65.000 presenze (erano 9.000 nel 2019). “E per sostenere questa crescita, anche quest’anno ci concentreremo sullo sviluppo della rete di vendita – commenta Lucio Trocino, nella foto, direttore commerciale della divisione Bimby di Vorwerk Italia – e lo faremo proponendo percorsi d’ingresso commisurati alle aspettative di chi desidera collaborare con Bimby, sia per chi cerca un’attività saltuaria sia per coloro che scelgono di farne una professione stabile”.