Accordo di cooperazione FS Italiane-Ferrovie ucraine per la formazione, consulenza e trasferimento di metodologie di integrazione di sistemi

Share

Un accordo di cooperazione per esportare il know-how tecnologicooperativo e ingegneristico del Gruppo FS Italiane in Ucraina, con l’obiettivo di sviluppare e potenziare soluzioni innovative nelle infrastrutture e nel trasporto ferroviario del Paese, in particolar modo per l’Alta Velocità.

Ferrovie dello Stato Italiane e JSC Ukrainian Railways (Ferrovie ucraine) hanno sottoscritto un Memorandum of Understanding (MoU) ad ampio spettro, che prevede, fra gli ambiti di sviluppo, anche attività di formazione consulenza e il trasferimento di efficaci ed efficienti metodologie di integrazione di sistemi. L’intesa è stata siglata, in contemporanea, all’Ambasciata ucraina di Roma da FS e a Kiev, in collegamento video, dalle Ferrovie ucraine.

La sottoscrizione dell’accordo si inserisce nel clima di cooperazione fra i due governi, già confermato in occasione della Commissione Mista Italia Ucraina del dicembre 2020. In questi mesi, infatti, le società ferroviarie dei due Paesi hanno intensificato i loro rapporti.

Il Memorandum, infatti, potrebbe essere il primo passo verso l’esportazione dell’eccellenza e del know-how italiano nel settore dei trasporti e dell’Alta Velocità in Ucraina potenziando così la presenza del Gruppo FS all’estero.

Le Autorità ucraine, infatti, hanno intenzione di sviluppare una linea ad Alta Velocità di circa 900 chilometri che da Odessa raggiungerà il confine con l’Unione Europea, via Kiev Leopoli. Ciò ha spinto le JSC Ukrainian Railways a ricercare società di eccellenza a livello mondiale che possano porre in essere gli studi e la progettazione della linea. Tra le candidate a svolgere il ruolo di progettista c’è Italferr, società di ingegneria del Gruppo FS Italiane già impegnata su numerosi mercati internazionali.

Gerardo Adinolfi, Fsnews.it