Elkann: il settore dell’editoria è in evoluzione

Share

Il settore dell’editoria è in evoluzione ma per John Elkann, presidente del gruppo Gedi, “ci saranno ancora lettori di carta”. Lo ha detto concludendo con un’intervista la prima stagione dell’Italian Tech Speak, il podcast audio-video gratuito di divulgazione sui temi dell’innovazione. “Il mutamento che sta facendo il mondo dell’editoria, alla quale partecipiamo anche noi, – ha osservato Elkann – è proprio quello di cercare di trasformare un bisogno che abbiamo – di essere informati, la nostra sete di conoscenza – nel modo più efficace e migliore”. “Il mezzo cartaceo, nell’evoluzione di quello che fa un giornale piuttosto che un’organizzazione giornalistica, – ha proseguito – sarà indubbiamente più limitato perché il numero di persone che vorranno ascoltare, leggere, guardare tramite i loro smartphone o altri device sarà più ampio di quelli che vorranno ancora la parte cartacea. Detto questo ci saranno ancora lettori di carta: se uno guarda come i libri si sono evoluti, sicuramente il ‘prodotto libro’ si è evoluto e arricchito, è diventato in qualche modo più prezioso, con più alto valore”. “In che modo queste trasformazioni avvengono è sempre interessante: basta guardare come le candele sono sparite, perché oggi riusciamo a illuminarci in tanti modi diversi. La candela – ha concluso – rimane ancora un mercato, però il tipo di candela che uno vuole è diversa di quella che usavamo 200 anni fa, prima del kerosene”.