Banco Bpm ancora al fianco di Credimi nella nuova cartolarizzazione del programma “Italianonsiferma”

Share


Nel quadro del programma di cartolarizzazioni denominato Italianonsiferma lanciato da Credimi con l’obiettivo di mobilitare il risparmio privato italiano a favore dell’economia reale, Banco Bpm (nlla foto, l’a. d. Giuseppe Castagna) affianca di nuovo l’azienda fintech, leader europeo del finanziamento digitale alle imprese, nell’acquisto d’una quota della nuova cartolarizzazione relativa al programma di cui Credimi è promotrice e servicer nell’ambito dell’operazione lanciata a fine giugno insieme a Banca Generali, Finpiemonte e Fondazione CRT. La nuova cartolarizzazione complessivamente libererà risorse per 40 milioni di euro, sarà alimentata dai prestiti erogati tramite la piattaforma digitale di Credimi. In questo caso i fondi resi disponibili attraverso l’operazione saranno destinati alle imprese del Piemonte e della Valle D’Aosta, regioni in cui Banco BPM è fortemente radicato, che vedranno aprirsi un ulteriore e innovativo canale di finanziamento. 

Banco Bpm, per agevolare l’acquisto da parte di Credimi di una tranche di tale cartolarizzazione, ha deliberato un finanziamento pari a circa 1,8 milioni di euro a favore della società, confermando la condivisione degli obiettivi di sostegno al settore produttivo italiano in questo periodo di particolare difficoltà.  «Poter proseguire un percorso di supporto alle PMI italiane a fianco a un’istituzione come Banco Bpm è per noi molto importante – commenta Ignazio Rocco, Founder e Ceo di Credimi. L’operazione “Italianonsiferma” è la dimostrazione di come gli attori finanziari e istituzionali possono lavorare insieme per migliorare questo Paese, dando la possibilità alle imprese, anche quelle più piccole, di avere nei tempi corretti le risorse per risollevarsi o ripensare completamente al proprio modello di business nel post-Covid.»  «Banco Bpm, nel quadro del proprio impegno dedicato al supporto dell’economia reale, conferma l’adesione al progetto lanciato da Credimi – commenta Francesco Minotti, nella foto a destra, Responsabile Direzione Istituzionali Enti e Terzo Settore – la situazione attuale richiede infatti la massima attenzione verso il mondo delle imprese. In questo contesto, il programma di Credimi concorre in modo significativo alla mobilitazione di risorse da destinare alle Pmi italiane favorendone la ripartenza. Con questa operazione vogliamo sottolineare l’impegno di Banco BPM nel sostenere le imprese italiane non solo direttamente, ma anche indirettamente, attraverso il supporto ad altri operatori specializzati di elevato standing come Credimi».

Share
Share