Saliscendi / LaVerità

Share

di Cesare Lanza per LaVerità

La regina Elisabetta

Senza sapere come si facciano gli scongiuri in Inghilterra, è veramente lodevole che la Regina, fedele alle tradizioni, abbia diramato le regole da seguire per il suo funerale. É in ottima salute, intendiamoci. Ma, in tempi di coronavirus, ha stabilito il messaggio in codice, «London bridge is down», da trasmettere al premier al momento della sua dipartita.

Amadeus

È simpatico, ma il suo amico Fiorello per una volta lo ha (bonariamente) ridicolizzato: «L’ho sempre detto: Amadeus è un pazzo». A Domenica in Amadeus aveva sgombrato il campo dalle incertezze dicendosi disponibile a ripetere l’esperienza alla guida del prossimo Festival. «Mi ha già chiamato tre volte. Ho fatto tre voci diverse per dire: ha sbagliato numero!».

Lady Gaga

Sono 128 i milioni di dollari raccolti durante il concerto online «One World: together at home». Tra le star che si sono esibite nell’iniziativa promossa da Global Citizen e l’Organizzazione mondiale della sanità: Paul McCartney, Rolling Stones, Stevie Wonder, Elton John, Andrea Bocelli, Zucchero. I soldi verranno donati alla ricerca per il vaccino Covid-19.

Gino Strada

Nato a Sesto San Giovanni il 21 aprile 1948, ha compiuto 72 anni. Ma le aspettative di auguri e complimenti sono state surclassate dal ricordo delle critiche e dai giudizi caustici riservati a Emergency. «L’unico operatore umanitario al mondo capace di produrre più chiacchiere che opere di bene» (Il Foglio). «Un comunista dalla cervice all’alluce» (Giancarlo Perna).

Roberto Cicutto

La Biennale di Venezia informa che la Mostra del cinema si terrà regolarmente, dal 2 al 12 settembre. E così il Festival internazionale di musica contemporanea, dal 25 settembre al 4 ottobre. Queste le decisione di Roberto Cicutto, nuovo presidente della Biennale: «Le regole saranno rispettate: meno pubblico, ma in più sale per lo stesso film».

Lucia Azzolina

Sempre indecisa, mutevole nelle intenzioni, ma costante nella voglia di apparire. La ministra dell’Istruzione ha concesso una intervista al Corriere della Sera, ma purtroppo di quanto ha detto si è capito ben poco. Deluse le aspettative di studenti e milioni di famiglie, inevitabili molte feroci ironie. Non era meglio un dignitoso silenzio?

Share
Share