Borsa: Europa allunga, Milano +1,41%

Share

Future Usa positivi, Ftse Mib rivede i 22mila punti.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è borsa_economia-2.jpg

Le Borse europee allungano il passo con i futures su Wall Street positivi all’indomani della decisione della Fed di tagliare i tassi di interesse mentre Joe Biden ha vinto le primarie democratiche in Texas. Il listini mitigano dunque l’effetto Coronavirus con l’indice d’area Stoxx 600 che sale di oltre un punto con farmaceutici ed energia di buon passo seguiti dai finanziari. Londra sale dell’1,54%, Milano dell’1,41% (Ftse Mib 22.052 punti), Francoforte dell’1,17%, Parigi dell’1,33 per cento. Sempre in luce Exor (+3,89%) in scia all’accordo di vendita di PartnerRe a Covea. Tra i bancari resta sotto vendita Banco Bpm (-1,44%) dopo il piano industriale. Mentre prendono slancio la Popolare di Sondrio (+2,86%) dopo che il cda ha spiegato il rigetto alla domanda di Amber di entrare nel libro soci, e Ubi Banca (+2,43%) sotto la lente per l’offerta di Intesa (+1,7%).
Lo spread tra btp e bund è sotto i 160 punti base. L’euro si conferma debole con la moneta unica che scambia a 1,113 dollari.







Ansa.it

Share
Share