Amazon, dipendenti criticano su ambiente

Share

Violate regole sulla comunicazione che non consentono commenti

Oltre 350 dipendenti di Amazon hanno deciso di violare le regole sulla comunicazione esterna, che non consentono di rilasciare commenti pubblici sulle attività aziendali senza un’autorizzazione, e hanno scritto messaggi online per spingere il colosso dell’e-commerce a fare di più sul piano ambientale. I messaggi sono stati pubblicati ieri in un post su Medium da 357 impiegati che aderiscono all’Amazon Employees for Climate Justice (Aecj). Si tratta di un gruppo di dipendenti che chiede alla compagnia di Jeff Bezos sforzi ulteriori nella lotta al cambiamento climatico.

Nei messaggi – firmati con nome, cognome e qualifica professionale – i lavoratori esortano l’azienda a incrementare gli impegni climatici, Non manca chi critica il lavoro di Amazon con le agenzie federali e la fornitura di tecnologie alle compagnie petrolifere, così come i tentativi di reprimere il dissenso. Agli inizi di gennaio, la stampa americana ha riferito che i legali di Amazon avrebbero messo in guardia almeno due dipendenti sul rischio di essere licenziati, se fossero tornati a criticare pubblicamente le politiche ambientali dell’azienda.

Le critiche riguardano il piano ambientale presentato il 19 settembre scorso da Bezos, che ha annunciato il raggiungimento delle emissioni zero di Amazon nel 2040. Secondo l’Aecj, la compagnia dovrebbe puntare alla neutralità carbonica nel 2030.

Ansa

Share
Share