Il colore dell’auto? È decisivo ​Fate attenzione al “total black”: quanto vale

Share

Un’auto di colore nero vale anche il 10% in più rispetto ad un altro colore dello stesso modello, con un guadagno netto di circa duemila euro. Ecco quali sono le vernici di tendenza e quelle che valgono di meno

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è auto-nera.jpg

Si dice che il nero “snellisce”, almeno sulle donne, ed è un colore considerato elegante ed usato nei più importanti appuntamenti teatrali, incontri, galà e chi più ne ha più ne metta. Ma il nero porta con sè anche un’altra dote: è il colore che su un’auto vale più di tanti altri.
L’importanza della carrozzeria
Secondo il quotidiano nazionale tedesco Die Welt, infatti, chi ne possiede una nera ed un giorno decidesse di venderla, guadagnerebbe il 10,2% in più rispetto allo stesso modello, chilometraggio e stato complessivo di un’altra ma con un colore diverso. Quella percentuale equivale a circa duemila euro, mica bruscolini. Quindi, se non si hanno preferenze particolari, i tedeschi consigliano l’acquisto di un’auto nera per un ricavo più importante quando si deciderà di cederla ad altri. Al secondo posto di questa curiosa classifica si piazza il color arancio, che vale fino al 9,8% in più; le vetture gialle completano il podio con un sovraprezzo del 9,3%.

Via via a scendere troviamo grigio e bianco, tonalità molto richieste e per questo con un surplus che varia dal cinque all’otto per cento in più anche se, secondo le statistiche delle compagnie d’assicurazione, il primo sarebbe da sconsigliare perché è più di frequente coinvolto in incidenti: la motivazione principale sta nel fatto che il colore non risalta sull’asfalto ed è più difficile da distinguere al tramonto.

Chi vale di meno
Se, da un lato, abbiamo visto la differenza in positivo, l’abisso con altre colorazioni è incredibile: una carrozzeria color argento, addirittura, può valere fino al 25,2% in meno e se dorata si scende al -28% (anche se, quest’ultime, rappresentano soltanto lo 0,2% di quelle usate). Viceversa, come si legge su ItaliaOggi, se non si è pretenziosi si può guadagnare qualcosina nel momento del passaggio di proprietà: il verde è scontato del 14%, il rosso dell’11,7% ed il blu fino all’11%.

I colori del futuro
PPG Industries, la più grande azienda di rivestimenti auto al mondo e fornitore globale di vernici e materiali speciali con sede a Pittsburgh, in Pennsylvania, ha svelato la nuova gamma cromatica di vernici che verranno utilizzate da centinaia di automobili da qui ai prossimi anni. Il progetto prende il nome di Extra-Ordinary ed ha l’obiettivo di creare nuovi spunti e tendenze per le verniciature del settore automobilistico: come si legge su alVolante, per fare ciò PPG ha realizzato 80 tonalità diverse di colori raggruppate in cinque macroaree in base al messaggio che le molteplici colorazioni devono comunicare. Questi raggruppamenti prendono il nome di “so conscious”, “so ethical”, “so normal”, “so beautiful” e “so bold” ed esprimono rispettivamente la volontà di cambiamento, l’attenzione alla sostenibilità, la voglia di tornare alla normalità, la bellezza e l’audacia.

Tutti i nuovi colori risaltano le sfumature dell’auto a seconda delle linee delle carrozzeria e dell’impatto che ha la luce sulle sue superfici: prevalgono i colori con tonalità calde che vanno dai rosa agli arancioni passando per diverse sfumature ramate senza dimenticare il bianco, colore sempre più scelto dagli automobilisti e reinterpretato in molteplici variazioni cromatiche, il blu ed il nero, reso più “intrigante” da una particolare finitura olografica.


Alessandro Ferro, Ilgiornale.it