Astm, firma con Mit due atti aggiuntivi da 740 mln

Share

Astm, nella foto l’a. d. Umberto Tosoni, attraverso le controllate Satap e Asti-Cuneo, ha sottoscritto con il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti due atti aggiuntivi alle rispettive convenzioni per regolare l’operazione di finanziamento incrociato (cosiddetto cross-financing) finalizzato al completamento dell’autostrada A33 Asti-Cuneo. I documenti prevendono investimenti per circa 740 milioni di euro, di cui circa 630 milioni relativi al riequilibrio e al completamento dell’autostrada Asti-Cuneo e la restante parte finalizzata al completamento degli investimenti sulla tratta di propria competenza, la Torino-Milano. La firma degli atti aggiuntivi consentirà di avviare i lavori e i progetti sui due lotti, della lunghezza complessiva di circa 10 km, necessari al completamento dell’autostrada A33 Asti-Cuneo. “Saranno avviate le opere del primo lotto autostradale della lunghezza di circa 5 km, nei comuni diRoddi e Alba in quanto il tracciato ha già le autorizzazioni amministrative previste, sono già state completate le attività espropriative e sono in corso le attività di cantierizzazione propedeutiche e preliminari; contestualmente si procederà all’avvio del nuovo iter autorizzativo sotto il profilo ambientale (VIA) e localizzativo per il nuovo tratto all’aperto, in variante rispetto al progetto originario in galleria”, informa una nota.