Granarolo cede ramo d’azienda dei prodotti da forno

Gianpiero Calzolari, presidente di Granarolo spa, nello stabilimento di Bologna
Share

Il baricentro di Granarolo è sempre più sul mercato del latte. Lo dimostra la decisione, da parte del gruppo bolognese di cedere a Morato Pane il ramo d’azienda “Pandea”, specializzato nella produzione e commercializzazione di prodotti da forno con e senza glutine. Pandea, che opera a Parma dal 1946, era stata acquisita a fine 2016 da Granarolo a un’asta fallimentare indetta dal tribunale di Verona. Pandea ha registrato un fatturato nel 2019 di 12 milioni di euro, dei quali oltre 10 milioni realizzati all’estero, in particolare in Francia e Inghilterra.
“L’operazione – dichiara Gianpiero Calzolari, presidente del Gruppo Granarolo – rientra nel nuovo piano industriale volto a concentrare gli sforzi sul mercato core del diary in Italia e all’estero. Vogliamo recuperare profittabilità attraverso una semplificazione del modello di business e una focalizzazione sul mercato del latte e dei derivati che prevederà anche acquisizioni. Siamo lieti – conclude – di essere riusciti a chiudere un’operazione nel segno della continuità italiana della proprietà, con un partner che rappresenta l’eccellenza nel mercato bakery e che, come Granarolo, lavora in modo importante sull’estero”.