Terna, avvio programma “ESG-Linked” di acquisto di azioni proprie

Share

TERNA S.p.A., nella foto l’a. d. Stefano Donnarumma) (“Terna” o la “Società”) informa che, in attuazione dell’autorizzazione conferita dall’Assemblea degli Azionisti del 18 maggio 2020 e della successiva delibera consiliare del 17 giugno, in data 29 giugno 2020, sarà avviato un programma di acquisto di azioni proprie, per un esborso massimo pari a 9,5 milioni di euro e per un numero di azioni non superiore a 1,77 milioni di azioni ordinarie della Società (il “Programma”), rappresentative dello 0,09% circa del capitale sociale di Terna. Gli acquisti di azioni proprie nell’ambito del Programma saranno effettuati entro il 29 agosto 2020.

Il Programma è a servizio del Piano Performance Share 2020-2023 destinato al management di Terna e/o di società da questa controllate ai sensi dell’art. 2359 del codice civile, approvato dall’Assemblea degli azionisti del 18 maggio 2020, e/o di altri eventuali piani di incentivazione azionaria destinati agli Amministratori e/o ai dipendenti di Terna e/o di società da questa controllate e/o ad essa collegate.

In linea con l’impegno di Terna sui temi di sostenibilità e di responsabilità socio-ambientale, il Programma per l’acquisto di azioni proprie prevede altresì un meccanismo di premio/penalità legato al raggiungimento di specifici obiettivi ambientali, sociali e di governance (“ESG”) da parte della Società. Tale meccanismo permetterà alla Società di contribuire a progetti di rimboschimento e creazione di aree verdi sul territorio italiano, consolidando ulteriormente la centralità della sostenibilità quale leva strategica per la creazione di valore per tutti gli stakeholder.

Ai fini dell’esecuzione del Programma, Terna ha conferito in data odierna apposito incarico a Exane BNP Paribas, intermediario abilitato che adotterà le decisioni in merito agli acquisti in piena indipendenza, anche in relazione alla tempistica delle operazioni, e nel rispetto di limiti giornalieri di prezzo e di volume coerenti sia con l’autorizzazione conferita dalla richiamata Assemblea degli Azionisti sia con quanto previsto dall’art. 5 del Regolamento (UE) 596/2014 in materia di abusi di mercato e dall’art. 3 del Regolamento delegato (UE) 2016/1052.

In particolare, il prezzo di acquisto delle azioni non potrà discostarsi, in diminuzione o in aumento, di oltre il 10% rispetto al prezzo di riferimento registrato dal titolo della Società nella seduta del Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (“MTA”) del giorno precedente ogni singola operazione e, comunque, non potrà essere superiore al prezzo più elevato tra il prezzo dell’ultima operazione indipendente e il prezzo dell’offerta di acquisto indipendente corrente più elevata sul mercato MTA.

Gli acquisti verranno effettuati sul mercato MTA, in modo da assicurare la parità di trattamento tra gli azionisti, in ottemperanza all’art. 144-bis, comma 1, lett. b) del Regolamento Consob 11971/1999, nonché con modalità conformi a quanto previsto dal citato Regolamento (UE) 596/2014 in materia di abusi di mercato e dall’art. 3 del Regolamento delegato (UE) 2016/1052. La Società comunicherà le operazioni effettuate alle Autorità competenti e al mercato, entro i termini e con le modalità previste dall’art. 2 del Regolamento delegato (UE) 2016/1052, fornendo le seguenti informazioni: (i) in forma dettagliata: la data, l’ora, il numero di azioni acquistate ed il prezzo di ogni acquisto; (ii) in forma aggregata: per ogni giorno, il numero di azioni acquistate e il prezzo medio ponderato.