Intesa Sanpaolo finanzia Plastotecnica con Sace per 5 milioni

Share

 Plastotecnica SPA, azienda leader nello sviluppo e produzione di packaging flessibile responsabile e di elevata qualità, ha ottenuto da Intesa Sanpaolo un finanziamento di 5 milioni di euro, garantito in tempi brevi da Sace tramite Garanzia Italia, lo strumento del Decreto Liquidità destinato al sostegno delle imprese italiane colpite dall’emergenza Covid-19.

Il finanziamento, come previsto dal Decreto, è finalizzato a sostenere il costo del personale, a finanziare gli investimenti e sostenere il circolante.

Intesa Sanpaolo, dall’inizio dell’emergenza, ha immediatamente messo in atto una serie di misure concrete per dare supporto alle imprese: dopo aver elevato a 50 miliardi di euro l’ammontare di risorse in termini di credito messe a disposizione del Paese, sospeso le rate dei finanziamenti e aderito all’anticipo della Cassa integrazione in deroga, è operativa su tutte le possibili soluzioni previste dal Decreto Liquidità, fornendo così il supporto necessario alle imprese di piccole, medie e grandi dimensioni.

“Lo scenario internazionale incerto e dominato dall’emergenza sanitaria non ci ha distolto dal perseguimento di obiettivi di economia circolare che intendiamo raggiungere anche attraverso il reimpiego di materiali derivanti dal post consumo – ha dichiarato Luca Iazzolino, Amministratore Delegato di Plastotecnica Spa – abbiamo condiviso i nostri progetti di innovazione e sostenibilità con il partner Intesa Sanpaolo che ancora una volta ci ha sostenuto destinando le risorse a noi necessarie per trasformare le idee in progettualità rivolta a contrarre l’impatto ambientale dei nostri prodotti”.

“Intesa Sanpaolo continua a essere vicina alle imprese sul territorio con tutte le misure messe a disposizione dal decreto liquidità – ha dichiarato Renzo Simonato, nella foto, Direttore Regionale Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige -. La nostra Banca è stata la prima a sottoscrivere il protocollo di collaborazione con Sace per sostenere finanziariamente le imprese danneggiate dall’emergenza Covid-19, dando loro un sostegno concreto e immediato. Anche per il futuro vogliamo continuare a essere il motore per lo sviluppo sostenibile dell’economia reale dei nostri territori”.