Coronavirus, a Palermo arriva il robot che sanifica

Share

Il Phs, acronimo di ‘Pro Health System’, è un robot che utilizza raggi Uv-C e ozono per la sanificazione di qualsiasi tipo di ambiente contro virus e agenti patogeni, a cominciare dal Covid-19. Nato da una partnership tra la bresciana Klain Robotics, che fa parte della meccatronica lombarda, e Purity, sarà prodotto in Sicilia: il piano, che prende le mosse nel distretto di Meccatronica a Palermo, prevede una rete di vendita e assistenza tecnica in Sicilia e la realizzazione di un sito industriale nell’isola per la produzione dei robot e di altri sistemi automatizzati. “Il Coronavirus che ha sconvolto le nostre vite, soprattutto quelle delle famiglie che hanno perso propri congiunti, ci lascia la speranza che la tecnologia possa aiutarci ad affrontare i tanti aspetti della vita, non solo nell’emergenza, in modo nuovo e all’avanguardia – ha detto l’assessore alla sanità Ruggero Razza, nel corso di una presentazione del robot – L’innovazione digitale rappresenta senza dubbio una chiave di volta”. “Sono molto soddisfatto della collaborazione e dell’interconnessione consolidata con le aziende che nel campo della automazione rappresentano l’eccellenza della meccatronica Lombardia – ha affermato Antonello Mineo, che guida Meccatronica in Sicilia – Dopo le riconversioni realizzate in Sicilia per garantirela produzione dei DPI anti-Covid, la partnership con i colleghi della meccatronica Lombardia nell’ambito dei sistemi Phs è strategica per potere mettere a disposizione dei siciliani tecnologie per la sanificazione ‘intelligente’ che garantiscono sistemi efficaci per l’abbattimento degli agenti patogeni nell’aria e nelle superfici”.