Piazza Affari vira in negativo. Atlantia sale dopo la lettera alla UE

Share
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Borsa-italiana.jpg

Un po’ come ieri anche oggi è una seduta di borsa con molte oscillazioni per l’indice Ftse Mib. Un inizio con una lieve salita, alle 11.30 segnava +1,20%, ora è poco sotto la parità (-0,07%). Va meglio degli altri listini europei; l’indice Eurostoxx50 segna -0,23%. Oggi sono arrivati nuovi dati macroeconomici riferiti ad aprile, come quello sull’export. In Italia è sceso del 34% rispetto a marzo e del 41% su base annua, portando la bilancia commerciale, cioè la differenza tra esportazioni e importazioni in territorio negativo.

Nel proprio bollettino economico la Bce ha confermato il proprio «il massimo impegno – come si legge – per sostenere tutti i cittadini dell’area dell’euro». Lo spread, a seguito dell’annuncio, è sceso a 178 punti base. Le banche ne hanno solo in parte beneficiato, l’indice che le rappresenta scende dello 0,4%, sono invece in salita i titoli industriali (+0,65%). Tra i titoli in evidenza Atlantia (+0,7%). Il Financial Times ha svelato che la società ha mandato una lettera al  vicepresidente della Commissione Europea Dombrovskis.  Nella lettera avrebbe chiesto a Bruxelles di prendere iniziativa con le autorità italiane per affrontare una presunta violazione del diritto dell’Unione europea. Questo perché la legge Milleproroghe ridurrebbe il risarcimento dovuto alla società in caso di revoca delle concessioni ad Autostrade per l’Italia. Inoltre il Governo, secondo la società, starebbe cercando di costringere il gruppo a vendere la propria quota di maggioranza in Autostrade a CdP ad un valore ridotto creando un danno agli investitori.


Rainews.it