Currò (M5S): si faccia chiarezza sulla Cassa di Risparmio di Cuneo

Share

“È necessario fare chiarezza sulla vicenda Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, perché alcune cose non tornano”. Lo afferma Giovanni Currò del M5S, componente della Commissione Finanze della Camera.  “È  notizia di qualche giorno fa che la Fondazione CrC abbia effettuato un investimento da 7 milioni di euro in opzioni call su azioni UbiBanca. Questa operazione avrebbe generato una minusvalenza potenziale tra i 2 e i 3 milioni di euro a seguito del crollo del mercato azionario scaturito dalle misure di lockdown. La cosa mi sembra molto strana, considerato la natura della Fondazione quale ente filantropico che si occupa di sviluppo sociale ed economico del territorio. E gli enti locali hanno manifestato la loro contrarietà a tale operazione, lamentando il fatto che tale operazione si sarebbe dovuta evitare, stante il periodo di necessità economico e sociale che  sta vivendo il Paese”, spiega. “Non vorrei ci fosse dietro una qualche iniziativa di natura speculativa, considerando anche che la Fondazione è forte di un bilancio record nel 2019 con erogazioni effettuate per un  valore di 34,5 milioni di euro nel 2020. Auspico pertanto che il Ministero dell’Economia si attivi per verificare l’accaduto, magari coadiuvato dalla Consob”, conclude.

ANSA