Conte alla Camera: “Valutiamo la riapertura sperimentale di asili nido e scuole materne”

Share
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è conte.jpg

Anche se in modalità sperimentale, il governo sta valutando l’ipotesi di riaprire asili nido e scuole materne. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte durante l’informativa oggi alla Camera. “Occorrerà valutare la possibile riapertura, in modalità sperimentale, di nidi e scuole dell’infanzia – ha deto, oltre ai centri estivi e ad altre attività ludiche ed educative destinate a nostri bambini”.

Ai bambini ha dedicato un passaggio del suo discorso: “Non possiamo ignorare che per molti bambini il pasto nelle mense scolastiche è, di norma, il più completo della giornata; oppure, ancora, che in molte famiglie mancano strumenti informatici adeguati per consentire ai figli di poter continuare a studiare anche a distanza, particolarmente in alcune aree del Paese. Al contempo, se le mura domestiche sono per molti ragazzi un luogo di amore e conforto, per altri esse possono peggiorare situazioni già a rischio, rispetto alle quali la frequenza scolastica è un potente presidio di inclusione”.

E ha annunciato dei povvedimenti destinati alle famiglie e ai minori “occuparsi di loro, facendo in modo che nessuno resti indietro, significa occuparsi del futuro della nostra Patria. Sarà cruciale, infine, preparare e sostenere progetti territoriali da attivare nella “Fase 2″ dell’emergenza, per tutelare il diritto al gioco e all’attività motoria dei minori, senza compromettere le norme di distanziamento sociale che dovranno essere mantenute anche dopo la riapertura delle attività produttive e commerciali e l’allentamento delle restrizioni agli spostamenti. In particolare, condivido l’urgenza di ripensare gli spazi educativi in forma dilatata, anche tramite una nuova progettazione degli ambiti urbani e l’utilizzo, laddove possibile, degli spazi di prossimità”, aggiunge.

gds.it