Falck Renewables, piano per ridurre l’impatto del Covid anche in Sardegna

Share

Falck Renewables, che in Sardegna  gestisce un parco eolico da 138 MW alimentato da 69 turbine in Gallura, fra Buddusò e Alà dei Sardi, ha lanciato un programma internazionale di sostegno per alleviare l’impatto della pandemia di Covid-19 con azioni mirate in favore delle comunità locali e dei territori in cui opera. Il programma – per un valore complessivo di 720 mila euro – aiuterà le comunità locali che vivono in prossimità degli impianti eolici e solari di Falck Renewables nel Regno Unito, Italia, Francia, Spagna e Stati Uniti, dove l’epidemia sta creando rilevanti conseguenze sanitarie e sociali.   In Italia, il sostegno è orientato ad assistere le comunità locali che vivono nei 9 comuni vicino agli 8 impianti di Falck Renewables in Sardegna, Puglia, Calabria e Sicilia. I fondi saranno utilizzati principalmente per sostenere localmente la Protezione Civile, i servizi sociali, gli ospedali e i servizi di emergenza e per contribuire all’iniziativa “Banco alimentare per le famiglie”.
Falck Renewables sostiene inoltre due ricerche sulle soluzioni terapeutiche Covid-19 svolte dall’Università degli Studi di Milano.
    “Essere vicini ai territori in cui operiamo e sostenerli è una parte fondamentale del nostro lavoro e della nostra missione, ora più che mai”, afferma Toni Volpe, Ceo di Falck Renewables.