Calciomercato, le prime indiscrezioni. Inter, resta Lautaro

Share

In questi giorni si era sparsa la voce di un possibile colpaccio di calciomercato dell’Inter, il più grande possibile, legato anche a un forte interesse del Barcellona per Lautaro Martinez: Leo Messi, il più forte giocatore vivente in nerazzurro. Una suggestione – parsa immediatamente impossibile ai più – che è duraata poco. “Solo falsità”, con queste parole il campionissimo argentino ha messo la parola fine alle speculazioni sul suo conto.     Dall’altra parte Javier Zanetti, vicepresidente dei nerazzurri, ha detto che “il futuro di Lautaro è all’Inter”. Restando sulla sponda nerazzurra del naviglio si fanno complicati i riscatti di Sanchez e Moses, vista l’impossibilità di giocare in questo periodo non è stato possibile valutare il reale impatto dei due calciatori sul campionato. Resta poi da sciogliere il nodo Icardi. Wanda Nara, agente e moglie dell’ex bomber nerazzurro, ora in prestito al Psg, ha detto: “Sul suo futuro deciderà lui”. Nessun problema, invece, per quanto riguarda Stefano Sensi: c’è l’ok di Antonio Conte per riscattare il mancino valutato 24 milioni. Nella Milano calcistica sponda rossonera, invece, tiene banco il futuro di Ralf Rangnick. Se il tedesco sarà o meno il prossimo allenatore del Milan è ancora presto dirlo, quello che si sa è che per ora ci sono stati solo dei contatti. A Napoli si lavora sui rinnovi. Mertens riflette sul possibile biennale proposto dal presidente mentre pare certo l’addio di Callejon, sempre più vicino ad un ritorno in Spagna a fine stagione. Restano in piedi i sogni per sostituire un possibile addio di Arkadiusz Milik, finito in ottica Milan che vuole ricostruire l’attacco. I nomi che iniziano a circolare con insistenza sono quelli di Luka Jovic, anche se imbastire una trattativa con il Real al momento pare difficile, e Andrea Pinamonti con il quale sarebbe più semplice raggiungere un accordo.
    Al momento si parla di sogni appunto. Come quelli della Juventus che ha messo in cima alla lista i nomi di Paul Pogba e Sergej Milinkovic Savic, priorità però alle operazioni in uscita. Pjanic potrebbe essere anche una pedina per inserirsi nella trattativa Icardi, da sempre tra gli interessi bianconeri. In questo caso il Psg dovrebbe riscattare l’argentino e soltanto in quel caso la Juve inserirebbe il bosniaco come controparte in un possibile scambio. Con l’Inter il confronto è aperto anche per i tre giovanissimi della Serie A: Castrovilli, Chiesa e Tonali sono in cima ai desideri dei due club, il che lascia preannunciare un’estate incandescente sulla Milano-Torino.
    Capitolo Lazio. La strategia dei biancocelesti è semplice: tenere i pezzi pregiati per provare a continuare la costruzione della squadra che sta contendendo alla Juventus lo scudetto. Da Simone Inzaghi che dovrebbe rinnovare a breve fino a Luis Alberto che dovrebbe legarsi al club biancoceleste fino al 2025. Da risolvere invece il nodo riscatti della Roma. E’ altamente improbabile che Kalinic resti in giallorosso anche la prossima stagione. Al contrario la società vorrebbe puntare su Smalling e Mkhitaryan che hanno convinto allenator, vertici e tifosi in questa stagione.