Salgono richieste brevetti in Italia

Share

Aumento +1,2%, sopra media Ue. Lombardia regione top

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è brevetti-scaled.jpg

L’Italia, nel 2019, ha messo a segno il quinto anno consecutivo di crescita di richieste di brevetti, in particolare nel settore dei trasporti e delle macchine utensili. E’ quanto rileva l’European patent Office secondo cui sono salite dell’1,2%, sopra la media Ue dello 0,9%. Le 4456 domande inoltrate da società e inventori italiani sono guidate da quelle della Lombardia che scala di una posizione (da 13esima a 12esima), la classifica delle regioni europee. Fra le società la bolognese G.D. (sigarette) si è rivelata quella più attiva nella domanda di brevetti presentati a Epo, seguita da Pirelli (46), Prysmian (46), Chiesi Farmaceutici (42), Saipem (37), Leonardo (30), Istituto Italiano di Tecnologia IIT (27), Ansaldo Energia (25), Brembo (20) e Telecom Italia (20). Fca, Cnh e Stm non appaiono nella classifica perchè domiciliate nei Paesi Bassi. A livello globale , con 3524 domande, Huawei è stata in assoluto la società con il più alto numero di richieste presentate a EPO nel 2019.




Ansa.it