Calcio, domani si sfideranno Genoa e Sampdoria nel centunesimo derby della Lanterna

Share

Sabato sera torna il derby della Lanterna. Genoa e Sampdoria si affronteranno nella 101esima stracittadina in gare ufficiali a 73 anni dalla prima partita tra le due squadre che finì con un 3-0 per i blucerchiati. Il Genoa non batte i doriani dal 2016, anche in quell’occasione finì 3-0 e segnarono Suso, due gol, e Pavoletti.
Sarà tutto esaurito al Ferraris per la sfida più attesa di Genova. Lo storico dice Samp in vantaggio con 39 vittorie, 24 i successi rossoblu e 37 i pareggi. In serie A le sfide sono 72 e anche qui conduce la Samp con 28 vittorie contro le 17 genoane, 27 le partite finite in parità. Da un lato Thiago Motta, al suo primo derby da allenatore, dall’altro Claudio Ranieri che di stracittadine è uno specialista. L’allenatore romano ha giù giocato 8 derby tra Roma, Torino e Milano, vincendone 7 e pareggiandone 1. Inoltre Ranieri è in vantaggio negli scontri con il Genoa. In 18 partite ha perso soltanto 3 volte, pareggiato 4 e vinto 11 gare.  L’ultima sfida tra le due squadre finì 2-0 con gol di Quagliarella e Defrel. L’attaccante napoletano domani sera ci sarà e a suo fianco giocherà Gabbiadini. Nel rombo di Ranieri a centrocampo ci saranno Vieira e Ramirez come vertici, Ekdal e Linetty agiranno da interni. La difesa a sarà composta da Thorsby, se non recupererà Depaoli, e Murru terzini, Colley e Ferrari centrali, in porta Audero. Thiago Motta dovrà fare i conti con le assenze di Pandev e Agudelo squalificati e Pajac e Lerager fermi ai box. In attacco, l’ex centrocampista di Genoa e Inter è pronto a schierare la coppia Pinamonti-Favilli con Sturaro, Cassata e Shone centrali di centrocampo, Ankersen a sinistra e Ghiglione a destra in un 3-5-2 con il terzetto arretrato composto da Criscito, Romero e Biraschi. Tra Motta e Ranieri c’è un ottimo rapporto. I due si sono incontrati nella parentesi interista dell’allenatore testaccino, nel periodo in cui Thiago stava per lasciare i nerazzurri. “Ho avuto tanti mister in carriera ma Claudio è un grandissimo allenatore e affrontarlo da collega mi fa molto piacere. Ho solo belle parole per lui perché ha dimostrato il valore con i risultati. Poi come uomo è rispettoso ed elegante”, ha dichiarato in conferenza stampa Motta.
    Ranieri invece ha spiegato la sua ricetta per vincere un derby: “Ci vogliono concentrazione e voglia di dare il massimo. Gare come queste azzerano tutto: chi sta bene, chi male, la classifica. La componente che ti fa dare qualcosa in più è il cuore. Sarà importante giocare la partita al massimo sia atleticamente che tecnicamente, ma il cuore farà la differenza. È la partita dei tifosi, e i nostri sono insuperabili: ci sostengono in ogni partita e se alla fine non sono contenti fischiano, ma il supporto non manca mai e questo è l’importante”.
    La partita non è fondamentale solo sul piano morale. Samp e Genoa distano un solo punto in classifica e si ritrovano, dopo 15 giornate, impantanate in piena zona retrocessione. Rossoblu 18esimi a 11 punti e doriani 17esimi a 12. Perdere significherebbe rimanere invischiati nella zona rossa della classifica, vincere prendere una boccata d’ossigeno per uscire dalla crisi. 

Share
Share