Fs Italiane in sostegno della giornata internazionale delle persone con disabilità

Share

Un investimento di 400 milioni di euro in due anni (2018 e 2019) per migliorare l’accessibilità delle stazioni e oltre mille servizi di assistenza al giorno alle persone a ridotta mobilità o con disabilità che hanno scelto il treno per i loro spostamenti. Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane conferma, nella Giornata internazionale delle persone con disabilità, il proprio impegno quotidiano per rendere il sistema ferroviario sempre più accessibile a tutti. L’impegno del Gruppo per l’inclusione nel settore dei trasporti è testimoniato dalla recente nomina ad “Ambasciatore Europeo per la diversità” di Gianfranco Battisti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di FS Italiane, conferita da Violeta Bulc, Commissaria Europea ai Trasporti. “Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane – afferma l’Amministratore Delegato e Direttore Generale Gianfranco Battisti– è costantemente impegnato a promuovere ogni azione utile a costruire una società e un mondo del lavoro sempre più inclusivi e sostenibili, in cui viaggiatori, lavoratori e ogni persona con disabilità fisica, sensoriale o intellettiva siano messi al centro, nel rispetto di ogni esigenza e contro tutti i pregiudizi. Attraverso un assiduo e proficuo confronto, diretto e personale o mediato con le associazioni che le rappresentano raccogliamo idee, consigli, proposte, per cercare di individuare soluzioni a problemi e criticità.” L’impegno costante che il Gruppo FS rivolge alle esigenze di viaggiatori, lavoratori e di ogni persona con disabilità fisica, sensoriale o intellettiva è mirato ad abbattere le disuguaglianze e a favorire una società e un mondo del lavoro sempre più inclusivi e sostenibili attraverso una progressiva eliminazione delle barriere, fisiche e culturali. Tra le azioni promosse dal Gruppo FS, il confronto con le Associazioni (ADV, ANGLAT, ANMIC, ANMIL, ANPVI, ASBI, CoordDown, ENS, FAND, FIABA, FIADDA, FISH, Lega Arcobaleno, UICI e UNMS), che si sviluppa attraverso incontri periodici con il coinvolgimento sia di Rete Ferroviaria Italiana sia delle società di trasporto, Trenitalia e Busitalia, ha permesso negli anni di accrescere la sensibilità collettiva su questi temi e di generare una diffusa cultura d’impresa basata su inclusività, solidarietà e accessibilità. Il dialogo e l’ascolto con le rappresentanze nazionali e regionali delle principali associazioni delle persone con disabilità ha guidato, ad esempio, la progettazione dei nuovi treni regionali Rock e Pop, i cui primi convogli sono già stati consegnati in Emilia-Romagna, Veneto e Liguria, per garantire prestazioni ancora più performanti di quelle previste dalla normativa europea, in termini di comfort e accessibilità. L’impegno del Gruppo FS Italiane si declina anche attraverso un intenso piano di interventi finalizzato all’abbattimento delle barriere architettoniche nelle stazioni e attraverso i servizi di assistenza offerti dal circuito delle Sale Blu di RFI allepersone a ridotta mobilità e con disabilità per promuovere l’accessibilità a bordo treno. È di 400 milioni di euro l’investimento messo in campo da RFI negli ultimi due anni per gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche in circa 100 scali ferroviari distribuiti su tutto il territorio nazionale e sono in continuo aumento i servizi erogati nelle oltre 300 stazioni appartenenti al circuito di assistenza gestito dalle 14 Sale Blu. Da fine 2010 il numero dei servizi è più che raddoppiato, passando da 150mila ai circa 360mila servizi del 2018. La previsione per il 2019 è di superare i 400mila interventi. Anche l’applicazione per smartphone SalaBlu+, realizzata con il coinvolgimento delle principali associazioni nazionali delle persone con disabilità, è stata ideata per migliorare l’accessibilità dei servizi e quindi l’esperienza di viaggio. Oltre agli incontri con le associazioni e i relativi Beta Tester volti a migliorare l’accessibilità delle app (Trenitalia, Sala Blu+nugo), rientrano tra le iniziative del Gruppo FS i corsi tenuti dalle federazioni FISH (Federazione italiana per il Superamenti dell’Handicap) e FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità) per la formazione dei ferrovieri sulle tematiche relative all’accoglienza e al supporto dei passeggeri con disabilità. Il Gruppo FS anche quest’anno ha aderito al Festival della Cultura Paralimpica e ha rinnovato la partecipazione al FIABADay, la campagna di sensibilizzazione organizzata dal Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche (FIABA). Infine, grande attenzione alle esigenze delle persone a ridotta mobilità o con disabilità è data anche attraverso i canali media del Gruppo FS Italiane, come La Freccia e il settimanale digitale Note. Sulle riviste è stato dato ampio spazio ad eventi come il Disability Pride, che promuove i diritti civili delle persone con disabilità, alla gente comune e a tanti protagonisti paralimpici.

Share
Share