Calcio, assegnata alla Cina la prima edizione della Coppa del mondo per club nel 2021

Share

La Fifa ha assegnato l’edizione inaugurale della sua Coppa del Mondo per club a 24 squadre alla Cina, unica candidata: lo ha annunciato a Shanghai il presidente dell’associazione Gianni Infantino, definendola una “decisione storica”. “Il nuovo torneo – ha spiegato – sarà una competizione che ogni persona, ogni bambino e chiunque ami il calcio attenderà con impazienza; che vedrà in campo i migliori club del mondo”. L’appuntamento è dunque per giugno/luglio del 2021, deciso all’unanimità nonostante le perplessità dei mesi scorsi espressa soprattutto dalla Uefa e dall’associazione dei principali club europei, la Eca (sottoscritta fra gli altri da Juventus, Real Madrid, Ajax, PSG, Barcellona, Bayern Monaco, Manchester United e Benfica), che si era detta “assolutamente contro l’approvazione” del nuovo torneo, e aveva minacciato addirittura il boicottaggio.

La decisione di assegnare i diritti alla Cina è stata annunciata a Shanghai al termine del voto del consiglio direttivo della Fifa nella sua riunione trimestrale. Il nuovo evento quadriennale, annunciato già nel marzo scorso, sostituirà la Confederations Cup, torneo a 7 squadre che nelle ultime versioni aveva fatto da messa a punto per il paese ospitante della Coppa del Mondo. Si svolgerà ogni quattro anni e, secondo quanto stabilito, i posti a disposizione dei club europei saranno 8, 6 invece quelli per le squadre del Sudamerica, mentre i rimanenti 10 verranno riservati alle altre zone continentali (Asia, Africa, Nord-centro America, Oceania). Ognuna di queste, Uefa e Conmebol comprese, definiranno per conto proprio i criteri di qualificazione al nuovo torneo iridato.

Per quanto riguarda le altre decisioni del consiglio, come promesso, la Fifa ha raddoppiato i suoi finanziamenti per il calcio femminile, portando gli investimenti a 1 miliardo di dollari nei prossimi quattro anni. “Il Consiglio ha deciso di mettere 500 milioni in aggiunta ai 500 milioni già previsti”, ha detto Infantino. “La Coppa del Mondo femminile che si è tenuta in Francia ha portato il movimento al livello successivo. Dobbiamo costruire su questo”.

Infine, la Fifa ha approvato la timeline per il mondiale 2030: il processo di assegnazione verrà avviato nella seconda metà del 2022, la decisione verrà presa dal Congresso Fifa nel 2024. L’edizione 2022 è stata assegnata al Qatar, 4 anni dopo sarà la volta di Canada, Messico e Stati Uniti. Per il 2030 ha già manifestato il suo interesse la Cina.

Repubblica.it

Share
Share