Terroni caput mundi / Il caso di Marco Carta diventa una storia Selvaggia

Share

La Lucarelli incalza il cantante. Martusciello secondo di Sarri alla Juve

SELVAGGIA LUCARELLI INCHIODA MARCO CARTA CUORE “SPEZZATO”
(di Cesare Lanza per Il Quotidiano del Sud) Avevo previsto – facilmente – che il giallo di Marco Carta e delle magliette rubate alla Rinascente sarà una storia lunga lunghissima e forse senza una fine persuasiva. Vi aggiorno via via. Non poteva mancare un intervento di Selvaggia Lucarelli, giornalista che apprezzo perché ha una mente libera e una forte spina dorsale. Sul controverso caso del presunto furto è intervenuta, intervistando Carta, “mettendolo sotto torchio al punto da mandarlo in crisi”. Riferisco da ‘fun week”, reportage di Giuseppe Guarino. Con domande abbastanza scomode, Selvaggia Lucarelli ha cercato di approfondire ogni dettaglio, ottenendo da Marco Carta risposte che però non hanno fatto che alzare una nuova serie di dubbi. La Lucarelli ha infatti indagato a fondo, chiedendogli come mai non si fosse accorto della sparizione delle maglie che si è provato in camerino. “Non sono sparite, le ho lasciate in cassa”, ha risposto Carta. Poi, però la Lucarelli gli ha chiesto da dove arrivassero le magliette incriminate, quelle che la sua amica Fabiana Muscas aveva in borsa. “Non lo so –ha replicato ancora Marco – lo shopping non lo abbiamo fatto sempre insieme”. É a questo punto che lo scambio di battute si fa interessante. “Le maglie che aveva la Muscas erano quelle che ti sei provato in camerino?” “No cioè, non lo so, forse no, ma le ho viste da lontano in ufficio, le ho intraviste”. “Ti ha passato o no la borsa mentre eri in camerino?”.“Non me l’ha passata, l’ha poggiata sulla sedia in camerino. Mi ha detto che la borsa le pesava. Se una persona si separa poi ha il tempo di fare delle cose. I video li ho visti e non solo per quel che riguardano me, so probabilmente quando è stata fatta la cosa”. Poi, però, il cantante comincia a barcollare, replicando con affermazioni come “Non posso dire queste cose, metto in difficoltà le indagini”. E, addirittura, quando la giornalista prova a chiedere di più sulla Muscas, lui la spiazza con un “non parlo di questa persona”, come a prendere le distanze dalla ragazza, definita in altri momenti “un’amica carissima ma non una fan”. Per concludere, Marco Carta confessa a Selvaggia Lucarelli uno stanco “per questa cosa ci sto rimettendo la salute”, ribadendo di essere andato in tv perché “era giusto dire delle cose, ero spezzato”.

MARTUSCIELLO DA ISCHIA A JUVE SARÀ IL VICE DI MAURIZIO SARRI
Giovanni Martusciello (Ischia, 19 agosto 1971) tornerà a lavorare come braccio destro del suo amico Maurizio Sarri, alla Juventus. Martusciello, nel maggio 2016 era stato allenatore dell’Empoli dopo una lunga gavetta: per quattro anni collaboratore tecnico e allenatore in seconda, prima con Maurizio Sarri e poi con Marco Giampaolo. Per Martusciello, ischitano di nascita, fu la prima volta in assoluto come allenatore tra i professionisti. Come giocatore aveva militato nell’Empoli dal 1995 al 1999, poi una bella trafila: Genoa, Palermo, Cittadella, Catania, Sambenedettese, Lucchese e Pontedera. Quanto a Maurizio Sarri (Napoli,10 gennaio 1959),si sta lavorando per definire il suo arrivo dal Chelsea egli ultimidettagli formali, per annunciare ufficialmente che saràil nuovoallenatore della Juventus. Con la novitá che riguarda lostaff: il suovice: sarà infatti Giovanni Martusciello, che aveva lavorato con Sarri ai tempi dell’Empoli, mentre negli ultimi due anni è stato il secondo di Spalletti all’Inter. In questo intreccio di ruoli, l’uomo che è stato il vice di Sarri al Napoli, Calzona, potrebbe far parte invece dello staff di Marco Giampaolo al Milan.

ROSARIO PELLECCHIA, UN LIBRO DA CASTELLAMMARE A MILANO (E RITORNO)
Rosario Pellecchia (Castellammare di Stabia, 4 dicembre 1970) ha presentato alla Mondadori di piazza Duomo a Milano “Solo per vederti felice’, il libro in cui racconta di quando da Milano è dovuto tornare a Castellammare di Stabia, sua città natale, per accudire la vecchia madre afflitta da demenza senile. Il disc jockey è il Ross del programma Tony&Ross in onda al mattino su Radio 105.

Share
Share