Salvini: “Un canapa shop su due è centro di spaccio”

Share

“Sono assolutamente contrario come ministro, da italiano e papà, a qualsiasi sottovalutazione del male che fa qualsiasi utilizzo di droga, quindi mi auguro che nessuno avalli la vendita di questo genere di sostanze”. Così il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, replica a chi gli chiede un commento sull’Hemp Fest, il festival della cannabis che si terrà a inizio maggio a Milano.

“Aggiungo – dice durante la conferenza stampa in prefettura a Milano – che stiamo lavorando, insieme ad altri corpi dello Stato, per andare a verificare la giungla che ci siamo trovati a gestire come regalo di qualcuno che c’era prima: tutti i canapa shop e i coffee shop che hanno aperto come funghi e che in un caso su due in caso di controlli si rivelano centro dello spaccio. Io non voglio lo Stato spacciatore, assolutamente”. Per Salvini, “far l’amore non fa male, la droga sì, ma il dossier sulle case chiuse lo vedremo più avanti ne ho già molti aperti”.

Adnkronos

Share
Share