Bill Gates è sicuro che una rivoluzionaria dieta basata sui microbi dell’intestino aiuterà i bambini di tutto il pianeta

Share
  • La Bill and Melinda Gates Foundation sta investendo milioni di dollari in nuovi sistemi per produrre terapie basate sui microbi intestinali, che potrebbero cambiare il modo in cui digeriamo i cibi.
  • La speranza è che nuovi probiotici – molto più complessi e ricchi in fauna batterica dello yogurt o degli alimenti fermentati – aiuteranno i bambini sia denutriti sia obesi a vivere vite più sane.
  • Bill Gates, che da una decina d’anni sta investendo in questo tipo di bioterapia microbica, ha preannunciato che nel prossimo decennio ci sarà “una rivoluzione” nell’alimentazione.

Bill Gates ammette senza esitazioni di essere sempre stato “un tipo strambo”. Ed è per questo che il cofondatore di Microsoft ha iniziato con i computer, come ha lui stesso affermato.

Oggi il filone di stramberia proprio di Gates è forse ancora più evidente, considerando la sua fascinazione per l’intestino umano.

Nel corso di un evento pubblico a Pechino in novembre, Gates ha portato sul palco un barattolo pieno di feci, solo per mostrare che potrebbe contenere trilioni di particelle virali, batteri e uova di vermi parassiti.

L’interesse di Gates per la digestione va oltre i disgustosi e debilitanti batteri del nostro organismo. Questo miliardario investitore ha recentemente affermato di credere di poter dare nuovo smalto al funzionamento del nostro intestino seminandovi le colonie batteriche che vivono dentro di noi.

Comprendere la nutrizione è qualcosa da cui la gente non si aspetta di vedere arrivare una rivoluzione. Sono abbastanza ottimista che si possa compiere,” ha affermato Gates a New York nel corso di un evento al “92nd Street Y”. Egli è convinto che manipolare la fauna batterica sia il modo di arrivarci.

Una fauna batterica ricca e resistente predispone a uno sviluppo sano

L’accesso a un’alimentazione corretta è un problema crescente sia nelle nazioni povere sia in quelle ricche.

Mentre il 22,2% dei bambini di tutto il mondo al di sotto dei cinque anni stenta, e sono circa centocinquanta milioni che non stanno crescendo in modo sano a causa della malnutrizione e delle infezioni – un altro 5,6%, trentotto milioni, è sovrappeso.

Una parte dei motivi per i quali i bambini non si sviluppano in modo corretto è che la loro flora batterica non è abbastanza forte. Il micro bioma di una persona è la complicata miscela di batteri, virus e funghi che vivono nell’intestino; conta oltre due milioni di geni – più del genoma umano.

Da trecento a cinquecento specie di batteri iniziano a colonizzare l’organismo a partire dalla nascita del bambino, quando lo sterile intestino del neonato è esposto per la prima volta ai batteri materni. Normalmente ciò è agevolato dal latte materno ricco di nutrienti, come anche da tutto ciò che i bambini mettono in bocca.

Se però il micro bioma di un bambino non si sviluppa correttamente, potranno esserci serie conseguenze a lungo termine nel modo in cui digerisce il cibo, portando da una parte a una crescita stentata, dall’altra all’obesità. Dopo circa un anno le colonie batteriche del bambino si completano, facendo sì che i primi mesi di vita siano un momento cruciale per sviluppare una fauna batterica sufficientemente ricca.

La quantità di nutrienti che ricaviamo dal cibo dipende dalla nostra fauna batterica

Prendiamo il caso del Madagascar, dove uno sviluppo stentato (bassa statura per classe di età) è un problema per circa la metà dei bambini di questo paese fino ai cinque anni. Molti di loro non stanno assumendo nutrienti cruciali per uno sviluppo sano, come il ferro, la vitamina A, lo zinco e lo iodio.

“Non si sviluppano fisicamente,” ha detto Gates. “Non si sviluppano mentalmente.”

Allo stesso modo, questa volta in Bangladesh, i ricercatori hanno visto come i bambini malnutriti tendano ad avere una flora batterica meno matura degli altri, potendo così desumere che i primi mesi di vita siano critici per come ci si nutrirà nel corso di tutta la vita.

“Anche se stanno assumendo abbastanza cibo, c’è una qualche infiammazione intestinale che impedisce al loro corpo di crescere correttamente,” ha detto Gates.

Ciò ha anche un effetto a lungo termine sull’economia. La Banca Mondiale ha stimato che il Madagascar perde 720 milioni di dollari l’anno dal suo prodotto interno lordo a causa della carenza di vitamine e sali minerali.

All’altro capo della statistica anche nazioni ricche come la Germania, l’Australia e gli Stati Uniti perdono miliardi di dollari a causa della malnutrizione. Uno studio che ha analizzato gli effetti dell’obesità in tre stati americani – la California, la North Carolina e il Massachusetts – ha stimato che le loro economie hanno perso un totale di quarantuno miliardi di dollari l’anno in costi indiretti imputabili all’obesità, come tempo di malattia, morte precoce e pagamenti assicurativi.

Una cura a base di microbioma potrebbe aiutare l’intestino a crescere più forte

Gates ha detto di pensare che, un giorno, un preparato, un alimento probiotico o un altro genere di terapia microbica possa avere effetto su questi problemi nutrizionali immettendo alcuni tipi di batteri mancanti nei nostri intestini.

“Stiamo davvero cercando di intervenire, in modo che gli intestini dei bambini non soffrano e siano capaci di crescere,” ha detto Gates.

La Bill and Melinda Gates Foundation spera che gli scienziati possano presto sviluppare una cura batterica economica ma molto più articolata di un semplice yogurt. Le nuove terapie probiotiche comprenderanno “un numero sostanzialmente più alto di flora batterica commensale, difficile da ottenere,” ha dichiarato la fondazione nel suo ultimo bando di ricerca sulla terapia intestinale.

Le equipe che ottengono i primi finanziamenti per progetti come questo riceveranno centomila dollari dalla fondazione Gates. Se avranno successo, per sviluppare nuove terapie intestinali i ricercatori potranno in una seconda fase avere accesso fino a un milione di dollari in contanti.

La fondazione Gates ha già investito in una polvere probiotica per neonati chiamata Evivo. Il preparato in polvere è miscelato al latte materno per aiutare i bambini a sanare e migliorare la loro fauna batterica intestinale. È progettato per agevolare il metabolismo dei bambini malnutriti e sviluppare un sistema immunitario resistente.

Il collaudo di Evivo su bambini gravemente malnutriti sotto i sei mesi di età è iniziato lo scorso anno in Bangladesh. Un altro progetto finanziato dalla fondazione Gates presso la Washington University School of Medicine sta impiegando sempre nel Bangladesh “cibi microbiotici” su bambini malnutriti.

La fondazione Gates ha dichiarato che idealmente questi rimedi potranno un giorno essere venduti in tutto il mondo per meno di dieci centesimi di dollaro la dose.

Ciò potrebbe creare soluzioni nutritive a lungo termine, sia nelle zone povere dove opera la fondazione, sia nei paesi ricchi che fronteggiano un’obesità endemica. I batteri intestinali hanno un ruolo anche nell’obesità, poiché inviano segnali di sazietà al cervello.

“Perché è così difficile avere un approccio più ampio che ci consenta di controllare il nostro appetito?” ha detto Gates. “Sembra che il microbioma possa offrire una soluzione.”

I nutrizionisti riconoscono sempre più frequentemente che non esistono regole rapide e precise adatte a tutti in fatto di dieta, poiché il corpo delle persone (e il loro microbioma) è sempre diverso.

“Adesso sappiamo che non esiste una dieta o un intervento dietetico che vada bene per tutti, o anche solo per un singolo in tutto l’arco della sua vita,” si legge in un articolo pubblicato a gennaio da un gruppo di ricercatori su The Lancet.

Gates è però convinto che far stare allegri i microbi nei nostri intestini sia già un buon inizio.

“La nutrizione è sempre stata un grande mistero,” ha detto Gates. “Molte generalizzazioni del tipo ‘-prendi questo, prendi quest’altro’. Sono convinto che in questo decennio potremo arrivare a una soluzione.”

Hilary Bruek, Business Insider Italia

Share
Share