Terroni caput mundi / Il triangolo dell’estate, Scamarcio smentisce Clizia

Share

E stasera parte Capalbio Libri, l’ideatore è Andrea Zagami dal cv eccellente

(di Cesare Lanza per Il Quotidiano del Sud) La tredicesima edizione di Capalbio Libri parte con unaserata speciale dedicata ai teen-agerse a come si leggerànel futuro. Venerdì 26 luglio, cioè oggi, alle ore 20:00: l’inaugurazione é prevista in Piazza Magenta. Fondatore e presidente di Capalbio libri è Andrea Zagami, nato a Messina, con un curriculum dialto livello.Iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 1981, socio FERPI, è coautore di tre libri di successo sui valori e i simboli della Repubblica.

DA MESSINA, UN CV SUPER
Zagami iniziato l’attività professionalenei giornaliquotidiani e al Giornale Radio Tre della Rai. Nel 1981 fu assunto all’Ufficio Stampa del Banco di Roma, per poi passare come responsabile all’Ufficio Comunicazione Esterna della Sanpaolo Invest del Gruppo SanPaolo, nel 1985. Nel 1989 entra in Alitalia come capo dell’Ufficio Stampa e nel 1993 viene chiamato dal Presidente dell’IRI a coordinare le attività di comunicazione della holding. È sempre il 1993 quando passa alla Stet per assumere la direzione delle Relazioni Esterne e della Comunicazione: in quel periodo ha anche la responsabilità di coordinare tutte le attività di comunicazione finalizzate alla fusione in Telecom Italia dei cinque gestori di telefonia. Nel 1995 passa alla TIM per creare la Direzione Comunicazione e curare il lancio del servizio di telefonia mobile GSM. Nel 1998entra in Mondadori come Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne fino al 2002, anno in cui fonda “Zigzag”, la società che gestisce l’iniziativa di Capalbio.

DA CAPALBIO A SABAUDIA E ISCHIA I SUCCESSI CRESCENTI DI ZIG ZAG
Zigzag è specializzata nella comunicazione integrata d’impresa, nelle media relations enelmarketing editoriale, fondata nel 2002 da Zagami: può contare su un network di professionisti esperti e qualificati in grado di fornire ai propri clienti consulenza accurata es oluzioni mirate.L’approccio innovativo alla comunicazione, l’esperienza consolidata del management e una solida rete di relazioni costituiscono le sue caratteristiche distintive e permettono ai suoi clienti di instaurare efficaci rapporti con le istituzioni, i mass media e con tutti i pubblici di riferimento. Zigzag si occupa della progettazione e realizzazione di manifestazioni culturali: realizza dal 2007 Capalbio Libri, il festival letterario laboratorio per sperimentare nuove forme di promozione della lettura e dei libri. Zigzag ha progettato e realizzato il Sabaudia FilmFest, il Premio Ischia Comunicatore dell’Anno, il Premio FERPI Oscar di Bilancio per le Associazioni No Profit, la 12 Ore del libro con la Regione Lazio…

PADOAN, CALENDA E PURGATORI 10 GIORNI COL PIACERE DI LEGGERE
La rassegna di Capalbio si svolge dal 26 luglio al 4 agosto ed é dedicata al “piacere di leggere”: è giunta alla tredicesima edizione, ne ha fatto di strada il manager di Messina! Quest’anno, 19 ospiti e 17 nuove opere: dalla narrativa all’economia, dal sociale al benessere, dalla musica alla cronaca. E il sindaco di Capalbio, Settimio Bianciardi, punta in futuro ad allargare la manifestazione: “Piazza Magenta è un luogo magico, ma molto limitato, ha circa 200posti, c’è anche un aspetto di sicurezza da  temere presente ebisogna essere sempre pronti a tutti, io vorrei fare attività sul territorio che coinvolgono 500-700persone”. In questa edizione raddoppiano gli incontri ogni sera. Apre L.S.Larson l’autore di “IGIST” che parlerà della suas toria, tra i tanti ospiti e autori, poi, gli ex ministri Pier Carlo Padoan e Carlo Calenda, Andrea Purgatori, Benedetta Cibrario, Stefano Zenni e il trombettista Enrico Rava. Chiude l’anteprima di una nuova produzione teatrale dedicata ai libri, firmata da Andrea Zagami, direttore del festival: “Stasera leggo”.

FINALMENTE SCAMARCIO PARLA DI SARCINA…
Ultime notizie sul presunto triangolo tra il cantante delle Vibrazioni Francesco Sarcina, l’ex moglie Clizia Incorvaia e Riccardo Scamarcio. Un tormentone che non finisce più. Attraverso un amico che ha parlato con ‘Oggi’, Scamarcio ha dato la sua versione dei fatti: «È una storia che non sta né in cielo né interra! Inventata di sana pianta da Clizia. Clizia era ossessionata dal mio rapporto con Francesco. Noi avevamo una complicità che raramente si stabilisce in un’amicizia. Ci capivamo al volo, eravamo in grado di anticipare l’uno le azioni dell’altro. Lei non tollerava il nostro affetto e ha deciso di farmela pagare.È stata lei, a causa della sua gelosia patologica, a creare tutto questo casino rivelando a Francesco una passione che tra me e lei non si è mai consumata. Se la sua intenzione era quella di uccidere per sempre un’amicizia devo dire che non avrebbe potuto trovare modo migliore».