Continuano le celebrazioni dell’Eparchia di Lungro. Venerdì ci sarà, a Roma, una visita speciale al presepe dei netturbini

Share

Continuano a Roma le celebrazioni dell’Eparchia di Lungro. Il 13 febbraio 2019 l’Eparchia di Lungro aveva dato inizio al programma celebrativo del centesimo anno dalla istituzione, istituita il 13 febbraio 1919 da Papa Benedetto XV con la Costituzione Apostolica Catholici fideles graeci ritus.
L’anno del centenario era iniziato con il rendimento di grazie e la lode a Dio, dal Quale viene ogni Provvidenza, durante la celebrazione della solenne Divina Liturgia, nella Cattedrale San Nicola di Mira in Lungro, stracolma di fedeli, presieduta dal Vescovo dell’Eparchia di Lungro, Mons. Donato Oliverio, attorniato da tutto il clero diocesano; hanno partecipato alla celebrazione il Cardinale Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, il Cardinale albanese Ernest Simoni, unico sacerdote superstite della persecuzione ateista in Albania, gli Arcivescovi e i Vescovi della Conferenza Episcopale Calabra, Vescovi provenienti da varie Regioni Italiane, dall’Albania, dalla Grecia, dal Kossovo e dall’Ungheria. A Roma, ci sarà venerdì una visita speciale al presepe dei netturbini (anche conosciuto come dei Papi) con i due capitani reggenti di San Marino in via cavalleggeri, 5. A seguire ci sarà alle 16 e 30 alla Baslica di San Pietro, la Divina Liturgia in Rito Bizantino all’Altare della Cattedra, presieduta da Mons. Oliverio.