Il caffè fermentato di Orosi: dal Costa Rica l’eccezione unica al mondo

Share

Master Origin Costa Rica di Nespresso è prodotto con un processo che lo rende rarissimo. Qui vi raccontiamo perché, e un viaggio nel mondo del caffè

Non è semplicemente macchiato, ristretto o lungo. Una tazzina di caffè ha dentro un mondo fatto di ricerca e dedizione: tradizioni produttive diverse a seconda del Paese di provenienza, perché a migliaia di chilometri l’una dall’altra le coltivazioni e i metodi di lavorazione cambiano completamente. Ecco perché nessuna tazzina è uguale all’altra, ed ecco perché, oltre che più ricercati, talvolta i caffè possono essere molto rari.

IL CAFFÈ FERMENTATO
È il caso di Master Origin Costa Rica di Nespresso: caffè che nasce a Orosi (nella provincia di Cartago), in una delle più antiche comunità del Costa Rica, da una tecnica unica al mondo che sfrutta la fermentazione. Per produrlo, per 12 ore i chicchi vengono immersi nell’acqua della sorgente termale locale che passa dai 40 ai 18 gradi in modo tale che i minerali dell’acqua ne esaltino naturalmente l’aroma. Un passaggio che così è possibile solo in questo luogo, tra gli Altopiani Centrali del Costa Rica, e che con la fermentazione allunga il normale procedimento di lavorazione. Il risultato è un caffè dall’aroma delicato e perfettamente bilanciato, che però non capita spesso di bere dato che è prodotto in piccole quantità. Master Origin Costa Rica infatti è un’edizione limitata, e sarà disponibile nelle boutique e online fino a esaurimento scorte.

I CAFFÈ DEL MONDO
Costa Rica è la prima limited editon di Master Origin: la nuova gamma di cinque caffè che è un viaggio tra i sapori del mondo. Provengono infatti da altrettanti Paesi in cui Nespresso collabora con i coltivatori locali per creare miscele che raccontino le loro tradizioni e le loro abilità produttive uniche. I paesi di provenienza di Master Origin sono Indonesia, Ethiopia, India, Nicaragua e Colombia, e nella gallery sopra trovate le rispettive tecniche di lavorazione, da conoscere per sapere come fa un caffè a diventare davvero speciale.

Fabiana Falsi, Vanity Fair