In Europa, Huawei ha sorpassato Apple

Share

Richard Yu, ceo Huawei

Nel 2016 aveva annunciato il futuro sorpasso di Samsung: Huawei non c’è ancora riuscita, il colosso sudcoreano è ancora saldamente al primo posto nelle vendite mondiali di cellulari, ma intanto il produttore cinese ha sorpassato per la prima volta il rivale americano, piazzandosi al secondo posto a livello globale e anche in Europa occidentale. Infatti gli analisti del sito The Verge hanno appena confermato quanto Idc (International Data Corporation) aveva già annunciato per la classifica mondiale: Huawei ha scavalcato Apple nella classifica europea dei costruttori. Forte passo in avanti anche di un altro produttore cinese in forte ascesa, Xiaomi, che in Europa passa in un anno da 36.000 a un milione di unità.

La crescita su scala mondiale di Huawei è del 40,9 per cento, contro un modestissimo più 0,7 per cento di Apple e un calo preoccupante di Samsung, a meno 10,4 per cento. In Europa va ancora meglio, perché nel secondo trimestre 2018 si registra un balzo del 75 per cento, a fronte del calo dei rivali e dell’intero settore. Xiaomi, al quarto posto nella classifica mondiale e in quella europea, a livello globale nel secondo trimestre cresce del 48,8 per cento.

Le quote di mercato mondiale rimodulate secondo le vendite del secondo trimestre di quest’anno vedono dunque al primo posto Samsung con il 20il,9 per cento, al secondo Huawei con il 15,8 per cento, al terzo Apple con il 12,1, al quarto Xiaomi con il 9,3 e al quinto Oppo con l’8,6. Sullo sfondo, un andamento calante delle vendite di cellulari, che dopo la corsa degli ultimi anni registrano un calo tendenziale per il terzo trimestre consecutivo (è dell’1,8 per cento questa volta).

L’ascesa di Huawei viene definita “significativa” da Ryan Reith, vicepresidente di Idc, che ipotizza altre future variazioni nella classifica delle vendite nei prossimi trimestri. Quanto al calo generale, è frutto di una saturazione del mercato, che vede le compagnie concentrarsi sulla ricerca di modelli innovativi e promozioni convenienti, spiegano ancora gli analisti della società.

In Europa la classifica aggiornata vede invece Samsung al primo posto con una quota di mercato del 32,4 per cento, Huawei al secondo con il 24,8 per cento e Apple al terzo con il 22,5. E del resto, ricorda il quotidiano economico Les Echos, l’attenzione crescente dedicata da Huawei al mercato europeo è dimostrata anche dal fatto che il colosso cinese ha scelto di presentare proprio a Parigi, a marzo, l’ultimo modello di smartphone, il P20. “Non bisogna per forza vedere nella nostra scelta una ragione di tipo commerciale. – si era schermito a suo tempo François Hingant, responsabile del marketing di Huawei Consumer France – Abbiamo scelto Parigi perché è una città simbolo, la città più fotogenica del mondo”. Ma il Vecchio Continente si sta rivelando sempre di più l’oceano blu per Huawei, e non solo: anche le vendite di Xiaomi promettono di crescere ancora molto.

Rosaria Amato, Repubblica.it

Share
Share