Qualcomm canta vittoria, vietati alcuni iPhone in Cina

Share

Apple, ‘Mossa disperata da società sotto indagine’

Qualcomm incassa un aprima vittoria in Cina sul fronte dei brevetti: il tribunale di Fuzhou ha concesso un divieto di importazione di iPhone 6s e fino all’iPhone X (cioè i dispositivi che a bordo hanno un sistema operativo antecedente all’attuale iOS12) per violazione di due brevetti. Il più grande fornitore di chip per telefoni cellulari ha depositato la sua causa in Cina alla fine del 2017.

Immediata la reazione di Apple. ”Lo sforzo di Qualcomm di vietare i nostri prodotti – dice – è l’ennesima disperata mossa da parte di una società che è sotto indagine per le sue pratiche illegali” in molti paesi. ”Tutti i modelli di iPhone restano disponibili per i nostri clienti in Cina”.

Apple gira in calo a Wall Street, dove arriva a perdere l’1,54%. I titoli Qualcomm salgono del 3,30%

Secondo quanto riferito da Qualcomm, e riportato dalla stampa americana, la giustizia cinese ha deliberato che Cupertino ha infranto due suoi brevett ed emesso un’ingiunzione che vieta le vendite di alcuni modelli di iPhone in Cina. ”Apple continua a beneficiare della nostra proprietà intellettuale senza volerci compensare. L’ordine della corte è un’ulteriore conferma della forza del nostro portafoglio brevetti”, afferma Qualcomm.

ANSA