Selvaggia Lucarelli denunciata per stalking da una mamma di Ravenna per “linciaggio mediatico”

Share

La donna aveva deriso in rete quelle più in carne di lei, per promuovere un prodotto dimagrante, ed era stata attaccata dalla blogger: “Ho perso il lavoro”

Derise, via social, tre donne perché meno in forma di lei. E fu a sua volta presa di mira, ovviamente via social, da una delle più attive castigatrici dell’odio in rete, che però usa a sua volta i social network come strumento di attacco: Selvaggia Lucarelli. Ora una giovane mamma di Ravenna, che usava i suoi canali come procacciatrice d’affari, rimasta senza lavoro dopo essere diventata bersaglio su scala nazionale della giornalista e blogger, passa al contrattacco e denuncia la Lucarelli per stalking e diffamazione aggravata. Lo scrive l’edizione locale del Resto del Carlino. La denuncia è stata presentata ai carabinieri di Filetto dalla mamma che cercava di vendere prodotti dimagranti e per la cura del corpo e che è stata oggetto di attacchi social dopo aver postato una foto di una festa scolastica in cui comparivano tre mamme di spalle, in carne, con il commento: “Perché i vostri mariti si girano a guardare altre mamme ben più curate”. Una frase che fece infuriare molti, e anche Selvaggia Lucarelli, che sulla sua seguitissima pagina Facebook (oltre 1,3 milioni di seguaci) scrisse: “Questa tizia va alla festa della scuola e fotografa a tradimento le altri madri di spalle, scegliendo quelle più in carne. Per raccontare cosa? Che non si accorgono che i loro mariti guardano lei che è bella e magra, mica loro che sono brutte e sciatte”. Seguirono 14mila condivisioni e 12mila commenti. Un linciaggio mediatico, ritiene oggi la donna ravennate, che le ha causato attacchi personali e anche la perdita del lavoro.

La Repubblica