Confesercenti, calano occupati autonomi

Share

Da 2007 a 2017 perse 639mila unità (-11,1%), 100mila in 2017

 

L’Italia non è più un Paese per piccoli imprenditori. Imprese familiari, ditte, collaboratori e lavoratori in proprio continuano a sparire: dal 2007 al 2017 i lavoratori indipendenti sono diminuiti di 639mila unità (-11,1%), di cui oltre 100mila solo nell’ultimo anno. I dati arrivano da un’analisi condotta dall’Ufficio Economico Confesercenti sulla base dei dati ufficiali Istat. Nell’universo dell’occupazione indipendente, a calare sono soprattutto i lavoratori in proprio (-465mila, -13%), ma anche i collaboratori (-218mila, -45%) ed i coadiuvanti familiari (-124mila, -29,7%). L’unica voce in crescita è quella dei liberi professionisti, che aumentano di 274mila unità (+24,3%) nel periodo. Il lavoro autonomo segna dunque un percorso in controtendenza rispetto al complesso dell’occupazione dipendente (dove però aumenta solo il lavoro a tempo determinato e il part-time involontario). In questo contesto “pesa la mancanza di una rete di welfare” osserva Confesercenti.

Ansa