Scandalo utenti spiati da Cambridge Analytica: Facebook a picco in Borsa

Share

L’accusa: “Acquisiti illegalmente dati di 50 milioni di utenti del social network”. E il titolo di Zuckerber perde il 5%

Facebook perde il 5 % in borsa dopo le nuove indiscrezioni sulle interferenze nel voto americano.La seduta a causa dell’andamento negativo del titolo è stata complessivamente negativa per la Borsa Usa. Questa volta a finire nel mirino è la società di analisi dati Cambridge Analytica che, durante la campagna di Donald Trump, avrebbe violato milioni profili Facebook. Facebook ha annunciato di aver sospeso il profilo della compagnia e anche alcuni dell’azienda madre Strategic Communication Laboratories. Oscurato dal social network anche la pagina dello psicologo dell’università di Cambridge Aleksandr Kogan e del capo di Eunoia Technologies,Christopher Wylie. Facebook ha dichiarato che i due avrebbero collaborato attraverso un passaggio di informazioni. Kogan avrebbe poi creato un’ app dal nome thisisyourdigitallife proponendo test di personalità predittivi e spacciandosi per “un’app di ricerca usata dagli psicologi“. E da questa app che Cambridge Analytica avrebbe poi attinto ai dati, poi utilizzati per influenzare le decisioni del voto americano. Come riportano diversi media, tra cui il New York Times, la vicenda è venuta alla luce grazie a quanto dichiarato da Wylie: “Abbiamo sfruttato Facebook per raccogliere i profili di milioni di persone. E abbiamo costruito modelli per sfruttare ciò che sapevamo su di loro e mirare ai loro demoni interiori. E’ su questa base che l’intera società è stata costruita”.

Eugenia Fiore, ilGiornale