Elezioni, Di Maio è disposto a ad una convergenza post-voto con gli altri partiti

Share

Luigi Di Maio

Gli altri partiti «innanzitutto ci devono dire perché non sono d’accordo sui nostri 20 punti. Ma se le forze politiche vorranno aggiungere altri temi, per trovare la quadra, per trovare delle convergenze io sono d’accordissimo. L’unica cosa per cui non sono disponibile è lo scambio di poltrone e il reclutamento dei voltagabbana». Lo afferma, in merito alla possibile convergenza post-voto con gli altri partiti per il governo, il capo politico del M5S Luigi Di Maio, ospite di Agorà su Raitre.

Rispondendo poi ad una domanda sulle parole di questa mattina di Silvio Berlusconi secondo il quale quella di Antonio Tajani alla guida di Palazzo Chigi sarebbe una «bellissima scelta» Di Maio ha detto «Tajani è una persona che ha ricevuto il sostegno di Angela Merkel: ci dicano dal centrodestra se gli elettori devono ascoltare la linea di Tajani e Berlusconi o quella di Salvini. A me sembra che Salvini si sia venduto ad una coalizione di centrodestra disposta ad andare al potere vendendosi a chiunque».

Ilmessaggero.it