Con Red, Bata guarda ai giovani

Share

Il nuovo concept approda a Milano. Trasformerà la catena di calzature entro 3 anni

Franceschetto: esperienza e stile distinguono i negozi

Barbara Franceschetto, country manager per  Bata Italia

Fino a oggi il target di Bata, anche a guardare il company profile dell’azienda di calzature nata in Cecoslovacchia nell’800 e dal 1931 con base a Pordenone, sono state al 70% le donne ovvero «Angela»: una working mum, moglie felice, a cui piace uscire, fare shopping e sentirsi bene.

Varcando la soglia dell’ultimo Bata Red Concept inaugurato ieri a Milano si capisce però che l’occhio del marchio che in Italia vuol dire Compar spa, 354 milioni di fatturato nel 2016, 160 negozi diretti e 75 in franchising, è anche verso i giovani e un pubblico maschile.

Aiuta la zona, via Boscovich a ridosso di Corso Buenos Aires: all’entrata un grande tavolo ispirato al famoso cubo di Rubik; l’area «shoemaker» per valorizzare il prodotto da uomo artigianale e scegliere tra pellami diversi e abbigliamento; l’area sport con sneakers Adidas, Puma, New Balance, oltre a quella dedicata al bambino, sono i punti focali della nuova offerta commerciale.

Anche se la donna, a livello espositivo, ha il 60% dello spazio e per il brand è sempre Angela l’acquirente perfetta.

Red è per il marchio «una nuova forma di concepire l’immaginario Bata e lo shopping, un modo moderno per far conoscere le origini, la storia e un brand che può raccontare un viaggio che dura da oltre 120 anni», spiegano dall’azienda.

«Dal punto di vista della strategia del brand», sottolinea Barbara Franceschetto, country manager per l’Italia, «Bata sta cercando di diventare un marchio sempre più innovativo anche per quanto concerne lo stile».

Quanto al concept, va a completare, nell’era della multicanalità, l’approccio esperienziale. «Da quest’anno abbiamo iniziato un processo di riposizionamento del brand che ha come cardini principali la centralità del prodotto e il trasformare la shopping experience nei nostri negozi come distintiva, emozionale e coinvolgente», aggiunge.

Per il 2018 il gruppo si concentrerà sul rinnovo dei suoi negozi secondo il nuovo format. Si calcola che prossimi 3 anni il Red concept riguarderà tutti i monomarca. Al rinnovamento si accompagna poi l’espansione della rete vendita «fra gli 8 e i 10 negozi», come anticipato contestualmente al lancio della capsule collection in collaborazione con Melissa Satta a settembre. A oggi la show girl ha curato tre capsule collection e non si escludono collaborazioni con nuovi volti dello spettacolo. Il progetto si inserisce nella strategia di marketing di Bata a livello mondo fatta di collezione Heritage (le Bata Tennis, nate in India negli anni Sessanta, sono diventate oggi vere e proprie icone), lanci di nuovi marchi e, appunto, iniziative speciali.

Francesca Sottilaro, ItaliaOggi

Share
Share