Ultime dall’editoria Usa. Meredith acquisisce Time

Share

Meredith, proprietaria di Better Homes & Gardens e Allrecipes, ha siglato un deal per acquisire l’editore Time per 1,85 miliardi di dollari cash, pagando 18,5 dollari ad azione.
I board di ambedue le compagnie hanno dato il via libera al deal. Il valore dell’offerta di Meredith include un premio del 46% rispetto al prezzo di chiusura del 15 novembre, prima che venisse data notizia del rinnovato interesse di Meredith per un deal con il sostegno finanziario dei miliardari fratelli Koch. Incluso il debito di Time, il deal ha un valore di 2,8 miliardi di dollari.
Con l’acquisizione di Time da parte di Meredith si chiude un’era.L’editore di People, Fortune e Sports Illustrated ha plasmato il panorama politico e culturale americano, ma negli ultimi tempi ha perso terreno tra i lettori, che si sono spostati sempre di piu’ verso le piattaforme digitali.
Stephen Lacy, presidente e ceo di Meredith, ha detto che il gruppo che nascera’ dall’unione riuscira’ a raggiungere, attraverso le sue piattaforme, 200 milioni di consumatori, con 10 miliardi di video ogni anno e 700 milioni di dollari di ricavi pubblicitari digitali. I 60 milioni di abbonati rappresenteranno un quarto dei ricavi.
Il closing dell’operazione dovrebbe avvenire in 60 giorni.
Prima di siglare il deal, Time aveva provato gia’ altre due volte a comprare Meredith, ma non era riuscita ad assicurarsi i finanziamento. Questa volta, Meredith ha messo sul piatto 650 milioni di dollari di finanziamento in equity da parte di Koch Equity Development, la divisione di private-equity di Koch Industries.
L’investimento dei fratelli Koch sara’ di tipo passivo e la societa’ non avra’ influenza sulle operazioni, soprattutto quelle editoriali, di Meredith. I due non avranno un posto nel board.
Time sta investendo in video online e contenuti inediti, ma la pubblicita’ e la circolazione dei magazine stampati conta ancora un terzo dei ricavi totali. Nei nove mesi dell’anno, i ricavi del magazine sono scivolati del 17% a 1,3 miliardi di dollari. Time, ad oggi, ha 30 milioni di abbonati alla carta stampata, ma punta a ricavi per 1 miliardo di dollari quest’anno da prodotti non relativi ai magazine.
Da quando Time si e’ separata da Time Warner nel 2014, il titolo dell’editore ha perso un terzo del valore e ha dovuto tagliare lavori tradizionali (aumentando quelli del digitale), riorganizzare le vendite pubblicitarie e ridurre frequenza e circolazione di alcune delle sue pubblicazioni.
Per quanto riguarda Meredith, i ricavi dei magazine sono calati, ma a controbilanciare ci sono quelli delle stazioni tv locali. Nell’ultimo anno fiscale, i ricavi da magazine di Meredith sono calati del 2% a 1,08 miliardi di dollari, mentre quelli delle stazioni tv sono saliti del 15% a 630 milioni.
Meredith punta a tagliare rapidamente i costi amministrativi, commerciali e immobiliari, con risparmi attesi tra i 400 e i 500 milioni di dollari nei due anni post-fusione.

ItaliaOggi

Share
Share