Maranello, di nuovo all’asta la Ferrari mimetica di Lapo Elkann

Share

Sarà che la carrozzeria è decisamente insolita, sarà che porta la firma di un innegabile creativo, fatto sta che la Ferrari 458 Italia Army di Lapo Elkann finisce di nuovo all’asta.

Il bolide dalla carrozzeria e dagli interni mimetici, tutti giocati sui toni del verde e del marrone eccezion fatta per i simboli della pace (che sostituiscono i tradizionali scudetti con il cavallino), verrà battuto il prossimo 9 settembre a Maranello, durante l’evento “Ferrari – Leggenda e Passione”, uno dei tanti organizzati per festeggiare i 70 anni dalla nascita del marchio: a reggere il martelletto la casa d’aste RM Sotheby’s , che ha stimato il suo valore tra i 250 e 300mila euro.

La cifra che la 458 Italia Army riuscirà a “raggranellare”, però, dovrebbe essere decisamente superiore: già finita all’asta lo scorso anno in occasione della cena di gala organizzata dall’associazione Amfar nel corso del Festival di Cannes, finalizzata a raccogliere fondi per la fondazione della ricerca sull’Hiv e l’Aids, era stata venduta per la cifra da capogiro di un milione di euro.

A poco più di un anno dall’acquisto, però, il proprietario della 458 Italia Army – che, ricordiamo, è stata in tutto e per tutto una creatura di Lapo Elkann, che oltre a progettarla l’ha guidata per 6 anni, dal 2010 al 2016 – ha deciso di rimetterla all’asta, nuovamente per beneficenza, insieme con un’altra rarità della casa di Maranello.

Il prossimo 9 settembre, infatti, Sotheby’s batterà all’asta anche una LaFerrari Aperta, la velocissima spider ibrida prodotta in soli 209 esemplari. E proprio nel numero sta la particolarità: il modello messo all’asta ancora non è stato prodotto, e otterrà un ancor più raro 210, prodotto “extra serie” per raccogliere fondi a favore dell’associazione Save the Children. Presentata proprio durante le celebrazioni del 70esimo anniversario della Ferrari, si stima che il suo valore si aggiri tra i 3 e i 4 milioni di euro.

La 458 Italia Army, però, ha dalla sua l’eccentricità, non soltanto per quanto riguarda l’aspetto estetico, ma anche per i trascorsi: Lapo ha più volte dato spettacolo a bordo della sua adorata Ferrari mimetica, e lo scorso anno a Cannes, per consolarsi dalla separazione, ha rubato un bacio alla bellissima Uma Thurman. Che non ha gradito, ma questa è un’altra storia…

Andrea Barsanti, Il Secolo XIX

Share
Share