Genova, le aree ex Piaggio nel mirino di Fincantieri

Share

Le aree ex Piaggio di Genova sono nel mirino di Fincantieri. Spazi, nel quartiere di Sestri Ponente, che rappresentano un pezzo di storia dell’industria italiana. I 35 mila metri quadrati in mano all’Autorità portuale di Genova-Savona oggi sono in parte occupati da Phase Motion Control, dopo che Piaggio Aerospace – tra le prime realtà del Paese a specializzarsi nella produzione aeronautica agli inizio del secolo scorso ma da tempo colpita da una crisi finanziaria e industriale – ha rinunciato alla concessione dell’intera zona.

La scorsa settimana il comitato di gestione dell’Autorità portuale – in vista dell’assegnazione definitiva del lotto, che dovrebbe perfezionarsi entro fine anno – ha comunicato di avere ricevuto una richiesta di affidamento da parte della stessa Phase assieme ad altre tre imprese liguri (Cosmet, Cosnav Costruzioni Navali ed Eurocontrol) a fronte di 47 milioni di investimenti e 133 nuovi occupati che in parte potrebbero essere i dipendenti genovesi di Piaggio al momento in cassa integrazione (circa 80). L’istanza, ha deciso il board dell’Authority, sarà pubblicata per due mesi e se non arriveranno proposte concorrenti si potrà procedere con l’assegnazione.

Matteo Dell’Antico, Il Secolo XIX

 

Share
Share