Juventus, Rincon ora è ufficiale. “Tifosi ci vediamo allo stadio”

Share

Contratto fino al 2020, il venezuelano è stato pagato 8 milioni. Col Genoa in poco più di due stagioni ha disputato 78 partite in Serie A e 3 in Coppa Italia segnando 3 gol l’anno scorso

Adesso è ufficiale: la Juventus, dopo aver raggiunto un accordo con il Genoa, annuncia che il calciatore Tomas Rincon ha siglato un contratto che lo lega ai colori bianconeri sino al 30 giugno 2020. Rincon è costato 8 milioni pagabili in tre esercizi. Il valore di acquisto -si legge nella nota della Juve – potrà incrementarsi di 1 milione al maturare di determinate condizioni nel corso della durata contrattuale. “Sono felice e orgoglioso di essere qua, per me è un sogno, oltre che un onore, vestire la maglia di questa grande società. Ora inizierò a lavorare per vincere tanto, mettendomi a disposizione della squadra, dello staff e della società. Mando un saluto ai tifosi bianconeri: ci vediamo presto allo stadio e Forza Juve!”, sono state le sue prime parole da juventino.
CARATTERISTICHE — Per capire il motivo per cui Tomas Rincon è soprannominato «El General», basta osservarlo in campo. Combattivo, risoluto, fondamentale per qualsiasi centrocampo in cui giochi, Rincon unisce alla grinta e alla caparbietà un piede capace di mettere sempre la palla al posto giusto -si legge sempre nella nota della società bianconera-. Ventottenne, alto 175 centimetri, Rincon nasce a San Cristobal, in Venezuela, e muove i suoi primi passi nel mondo nel calcio nella sua nazione, prima allo Zamora FC e poi al Deportivo Tachira. In particolare nella prima stagione, e parliamo del 2007/2008, El General si fa notare mettendo insieme 33 presenze in campionato più cinque fra coppa nazionale e internazionale e segnando in tutto 3 gol. Dopo 18 presenze al Tachira si interessa a lui l’Amburgo, che lo fa debuttare nel calcio europeo. Dalla stagione 2008/09 a quella 13/14, Tomas mette insieme 106 presenze in Campionato, 9 in Coppa di Germania e 11 in competizioni europee.
IN ITALIA — La stagione 2014/15 è quella del suo esordio al Genoa, nella Serie A. Sotto la Lanterna, fino allo scorso mese di dicembre, Tomas ha tenuto in mano le chiavi del centrocampo, disputando 78 partite in Serie A e 3 in Coppa Italia, e andando a segno, la scorsa stagione, in 3 occasioni. Nel campionato in corso le doti del General si sono espresse in modo ancora più evidente: 103 palle recuperate, media partita molto più alta rispetto al ruolo, 19 contrasti vinti e altrettanti palloni recuperati, 2 assist e 19 occasioni da rete in cui è stato protagonista. Particolarmente rilevante il dato dei suoi passaggi positivi, addirittura 680, con la altissima media di 42 a partita, e quello delle verticalizzazioni, ben 249.

La Gazzetta dello Sport

Share
Share